Katy Perry, Smile: il nuovo album debutta solo al quinto posto in America

Smile di Katy Perry non va oltre la quinta posizione della Billboard 200

Rimandato di due settimane dopo essere stato annunciato per il 14 agosto, Smile, il nuovo album di Katy Perry ha visto la luce il 28 agosto. Anticipato ufficialmente da due singoli, Daisies e la titletrack omonima, il disco non è andato oltre la quinta posizione al suo debutto in America. E, purtroppo, i segnali potevano lasciar presagire un tiepido riscontro da parte del pubblico.

Come anticipato da Charts Data, Smile ha venduto 50.000 copie (delle quali, 35.000 fisiche del disco). Un numero di copie decisamente inferiore anche dal precedente lavoro della cantante, Witness, già ai tempi inferiore ai precedenti lavori e alle aspettative che accompagnavano la popstar.

Con Smile, la possibilità di un debutto deludente era nell’aria: i due singoli ufficiali non hanno brillato in classifica (Smile, la canzone, non ha debuttato nemmeno nella hot 100) e non c’è stato un pezzo che potesse ambire a promuovere dignitosamente il progetto. Non una vera hit passata dalle radio o con le potenziali dei suoi precedenti lavori. Eppure, visto la concorrenze non agguerrita di queste settimane, c’era l’auspicio che potesse raggiungere il primo posto o almeno la top three.

E così, sebbene lei si dichiari non più preoccupata delle vendite rispetto agli anni passati, Smile si deve accontentare di un quinto gradino in Usa. Ancora salda, in vetta Taylor Swift con Folklore.

Il problema sarà capire fra una settimana di quanti gradini il disco perderà posizione dopo l’iniziale supporto dei fan della popstar.

I Video di Blogo

Buddy Holly – Everyday