Morgan: “Ho detto figlio di putt*na a Bugo, io vittima di violenza per settimane” (VIDEO)

Conferenza stampa improvvisata di Morgan al Palafiori.

Morgan dice la sua verità ai giornalisti con una conferenza stampa improvvisata al Palafiori. Dopo la squalifica e le polemiche notturne, Morgan parla con la stampa, mentre l'amico Bugo è in conferenza al Roof.

++++
Come mai tutto questo interesse? Non vi interessavano più i vestiti di Achille Lauro?”. Così Morgan ha accolto i giornalisti accorsi (letteralmente) per ascoltare la sua versione dei fatti, dopo la squalifica dal Festival e le dichiarazioni di Bugo.

Valerio Soave, mio ex manager e attuale discografico di Bugo ha detto che io non sto bene e devo essere aiutato? Lui non mi ha aiutato. Io sto bene, sto benissimo. Soave è il responsabile della frattura tra me e Bugo. Io sto bene, sto benissimo. Un manager che gestisce un artista e gli rovina il sogno della vita è un bravo manager? Il sogno di Bugo era fare Sanremo con me. Ho detto alla Rai mandate via Soave. Il suo intento era che me ne andassi, per far emergere Bugo. Mi ha fatto mobbing. Soave è stata la mina, il responsabile della frattura. È falso. Deve starmi lontano. Mi ha messo le mani addosso nella prima riunione in casa discografica. Non l’ho denunciato perché lo ritengo un fuori di testa. Mi ha messo le mani addosso perché gli ho detto che è un malandrino.

Morgan ha spiegato che Bugo non sapeva che lui avrebbe cambiato il testo nella serata di venerdì:

Bugo non sapeva dei miei foglietti. Volevo che sapesse che lui aveva fatto una cosa che mi aveva molto offeso

Ed ancora:

Bugo lo apprezzo come cantautore e come amico. Sono addolorato per come sta andando; era una persona amica, ma sta agendo in modo assolutamente nemica nei miei confronti perché è caricato a molla da chi lo gestisce. Lui è non lucido, ha iniziato a scrivermi ‘nano Mozart del cazzo’, che tristezza.

Morgan ha ammesso di aver offeso pesantamente Bugo prima di salire sul palco venerdì:

Ieri gli ho ripetuto figlio di puttana più volte ieri sera.

Sulla canzone Sincero:

La canzone l’ha scritta Bonomo, ho scritto solo un verso. Ho chiesto a Bugo di farmi fare l’arrangiamento. Mi hanno detto di sì, ma solo entro il 2 gennaio (…) Non mi piaceva molto il testo, non abbiamo mai capito cosa volesse dire.

Morgan:

Ci ho messo la mia faccia e gli ho fatto un favore. Il gesto di ieri arriva alla fine di soprusi, sono stato villipeso. Sono stato usato per farlo entrare qua. Mi hanno tolto la stanza d’albergo. Ho subito del mobbing. Bugo soffriva del confronto sul palco. Non reggeva. Non regge il palco. La canzone di Endrigo l’ha violentata. È andato avanti al palco perché è un dilettante. Dopo gli ho detto ‘hai fatto una cazzata, sei un coglione’ (…) Bugo si è fatto giostrare da un'associazione a delinquere che aveva ascendente presso la Rai, all’insaputa di Amadeus. Amadeus lo ringrazio, è l’unico con la testa sulle spalle che non ha fatto cazzate.

Il cantautore ha ribadito in più occasioni che “ero qui per fare un favore a Bugo, lui deve ringraziare me, ma io ringrazio lui perché se ne è andato”. Morgan, infine, ha rincarato la dose, parlando di “violenza vera” subita sul lavoro (provocando le perplessità dei giornalisti presenti) per settimane:

Avrebbe venduto sua madre, ero la sua ultima chanche. Mi dispiace, perché mi sembra di impallinare uno debole. Io ho chiesto dei soldi, sì, ma tanto la Siae mi viene pignorata.

  • shares
  • Mail