Eminem accusato di omofobia per il testo di Fall, contenuto nel suo ultimo disco Kamikaze

A causa del testo di una canzone di Kamikaze, The Fall, Eminem è stato accusato di omofobia: ecco chi si è messo contro il rapper e perché.

Il decimo album di Eminem, intitolato Kamikaze e pubblicato a sorpresa lo scorso 31 agosto, non è stato particolarmente apprezzato dalla comunità LGBT, scagliatasi contro il rapper originario di Detroit per i suoi testi definiti "omofobi".

L'accusa, nel caso specifico, è stata lanciata per un pezzo in particolare, intitolato Fall e dedicato al collega Tyler the Creator. Nel suo dissing Eminem recita:

Tyler non hai creato nulla, adesso capisco perché ti fai chiamare f****o, str0nzo, non è perchè ti manchi l'attenzione, è perchè ti piacciono le palle dei D12, sei un sacrilego

Fra gli artisti che hanno duramente criticato le frasi presenti nell'ultimo disco di Eminem anche Dan Reynolds, il leader degli Imagine Dragons, che sul suo profilo Twitter ha scritto:


 

non va mai bene pronunciare una parola piena di odio. Non mi importa in che anno tu sia nato o quale sia stata la tua intenzione. Se ciò contribuisce all'odio e al bigottismo è comunque ripugnante. Punto. Non esisterà mai un momento opportuno per dire la parola "fro**o". Non mi importa chi sei."

Insieme al cantante della band di Radioactive anche Justin Vernon dei Bon Iver, che ha partecipato alla registrazione del pezzo in questione. L'artista ha preso netta posizione contro il brano, sottolineando di "aver fatto un errore".

https://twitter.com/blobtower/status/1035561538701156352

  • shares
  • Mail