SoundsFactor, Lorenzo Raggio – La musica è niente se tu non hai vissuto: ascolta e vota la canzone

Lorenzo Raggio, La musica è niente se tu non hai vissuto: ascolta la canzone -in gara per SoundsFactor- su Blogo.it.

Update: Zero voti per La musica è niente se tu non hai vissuto di Lorenzo Raggio, via Facebook e Twitter, nelle 24 ore di tempo.

soundsfactor-risultati.png

E’ iniziato ufficialmente SoundsFactor, la nostra vetrina musicale per aspiranti cantanti o per coloro che stanno cercando di promuovere il proprio impegno e la propria passione per la musica. Se sei un cantante o una band, hai registrato già canzoni (o inciso album), se stai muovendo i primi passi, hai comunque la giusta dose per partecipare al nostro contest. Scrivi, il regolamento è molto semplice:

Se hai un brano inedito o se hai registrato una cover di una canzone, manda una e-mail a [email protected] con SOUNDSFACTOR come titolo dell’oggetto della mail. Raccontaci chi sei, inserisci il link YouTube o Soundcloud con il pezzo che vuoi mettere in vetrina, senza dimenticare di allegarci il testo della canzone. L’articolo sarà online dalle 14 e ci saranno 24 ore di tempo per esprimere i giudizi e per ottenere il numero più alto di voti. Verranno contati i RETWEET del link dell’account ufficiale di Soundsblog e i Mi Piace ottenuti dallo stesso pezzo, condiviso sulla pagina ufficiale Facebook. 24 ore di tempo per ottenere i voti che verranno poi aggiornati nell’articolo, il giorno successivo.

Oggi iniziamo con Lorenzo Raggio che ci ha mandato il brano “La musica è niente se tu non hai vissuto” e ci ha scritto:

il mio brano inedito “la musica è niente se tu non hai vissuto” scritto da me (testo e melodia) e Dj Sox (arrangiamento e quindi musica). Il brano in questione è estremamente pop, volevo mischiare la melodia italiana con un sound internazionale con parole molto forti e sincere per esprimere che a 30 anni non vivo più la musica come quando ne avevo 20, adesso so bene cosa canto e scrivo quindi a volte più che alla musica mi rivolgo alla vita che poi sono la stessa cosa. Un’introspezione che così diretta che può essere incalzata da chiunque, nelle strofe parlo di me in prima persona, nel ritornello mi rivolgo a me rivolgendomi a me stesso o a chiunque perché canto una verità che appartiene a tutti. Riguardo alla mia carriera di cantante ho sempre fatto di tutto: provini, serate, ristoranti con un pianista. Repertorio italiano e inglese, classico, musical e pop moderno.
Nel 2002 ho scoperto il musical con un piccolo ruolo in una compagnia a Genova e da lì ho ottenuto ruoli di rilievo in altre produzione finendo anche nel tour di “Aida” che ci ha portato in giro per l’Italia nel 2009. Lo stesso anno scrivo per gioco “Sanremo, grazie dei fiori” un musical frizzante basante sulle più belle canzoni del festival rivisitate accuratamente per essere inserita nella trama. Il copione conquista molta gente e trovo i finanziatori, dopo due anni di date in Liguria (la mia regione, sono genovese) esce la data per Milano che mai vedrà la luce per le troppe discussioni col cast e i mille ostacoli che si presentano in Italia per portare in scena uno spettacolo. Da lì crisi, deciso di accettare che la musica può anche farmi male e che devo solo considerarlo un hobby. Scrivo e incido il pezzo che vi presento, mollo tutto e scappo a Città del Capo in Sudafrica per una nuova vita…

Potete ascoltare la canzone cliccando sull’immagine qui sotto, a seguire il testo. Avete tempo dalle 14 di lunedì 4 luglio 2016 alle 14 di martedì 5 luglio per votare Lorenzo. E’ possibile farlo sulla pagina Facebook di Soundsblog (mettendo MI PIACE sotto all’articolo che pubblicheremo) e retwittando dall’account ufficiale di Soundsblog. Domani, alle 14, conteremo i voti e aggiorneremo il risultato in questo post.

lorenzo-raggio.png

Lorenzo Raggio, La Musica è Niente Se Tu Non Hai Vissuto

Strofa 1

Quante volte, quante volte
Camminando sul rasoio, senza mai guardare il suolo
Ho vissuto

Quelle volte, quelle volte
Cammuffato da gran uomo, non capivo la frequenza
del mio suono

Ponte

Ma ora consapevole di ciò che ho vissuto
so che la musica è niente se tu non hai vissuto

Ritornello

Guarda come tutto può cambiare
Anche un’alba può scoppiare un’emozione
Pensa a chi eri veramente
quella luce intermittente che vedevi

Se non c’è un segreto
Fattene uno tu

Strofa 2

Lungo il mare, li ho trovati
quei pensieri delicati, fuochi fatui che ti mostrano
la via

Risa e pianti, alternati
Passi falsi mai sprecati, mente e cuore adesso in
stereofonia

Ritornello

Guarda come tutto può cambiare
Anche un’alba può scoppiare un’emozione
Pensa a chi eri veramente
quella luce intermittente che vedevi

Se non c’è un segreto
Fattene uno tu

Special

Ma ora consapevole di ciò che ho taciuto
so che la musica è niente se tu non hai vissuto
Ora è molto meglio quando fissi un punto
una ruga è preziosa è un valore aggiunto
Non ti scoraggiare dalla tua prospettiva
ama quel che hai non quello che vorrai
Nessuno può insegnarti a essere te stesso
cogli una melodia, la mano scrive il testo
Porto qui il bagaglio del mio vissuto
prendo tutto il male in gola trattenuto
E tutti quegli addii che mi hanno levigato
che ho spinto a forza giù e poi rigurgitato
Questa vita oramai la conosci bene
ti ha dato ti ha tolto ti ha tolto e ti ha dato
Non offenderti non abbatterti
riempi il vuoto di tutta questa musica

Ritornello

Guarda come tutto può cambiare
Anche un’alba può scoppiare un’emozione
Pensa a chi eri veramente
quella luce intermittente che vedevi

Se non c’è un segreto
Fattene uno tu

I Video di Soundsblog