Noel Gallagher: “Sono contro la musica gratis, il mio disco lo farei pagare pure di più”

L’ex Oasis non vi regalerebbe mai il suo nuovo disco.


Noel Gallagher torna a rilasciare interviste al vetriolo. Parlando ai microfoni di Q, l’ex Oasis esprime tutto il proprio disappunto verso la possibilità di ascoltare musica gratuitamente e, a suo modo, attacca gli U2, “rei” di aver regalato l’ultimo disco, Songs of Innocence, su iTunes. Il fratello coltello di Liam, in uscita con un nuovo album, ci informa che, fosse per lui, il suo disco lo farebbe pagare pure di più. Tiè.

Non sono a favore della musica gratuita. Anzi, sarei felice di far pagare il mio disco anche solo un pound in più. Gli U2 possono controbattere che ora settecentocinquanta milioni di persone hanno il loro album a disposizione sul proprio cellulare. Ma io preferirei che settecentocinquanta persone avessero il mio album nel cuore. Per me è questa la cosa più importante.

Un messaggio spiazzante ma, dopotutto, a suo modo condivisibile. Il cantante, già che c’è, approfondisce la frecciata agli U2, mitigandola chiarendo che, secondo lui, Songs of Innocence sia comunque un gran disco:

Nessuno ha mai detto che l’ultimo disco degli U2 fosse un album di merda o un capolavoro. Tutto ciò di cui si è parlato riguardava la sua distribuzione. Penso che sia uno dei loro lavori migliori e che Every Breaking Wave sia davvero un gran pezzo. Ma il modo in cui è stato regalato è qualcosa che non farei mai. Per me, la parte più bella dell’uscita di un disco è l’attesa che si crea nei fan. Non vorrei mai vivere in un mondo in cui “Bang. Eccolo qua. Pronto”. Io e Bono abbiamo discusso all’infinito su questo punto e, se non altro, siamo d’accordo sul fatto di non essere d’accordo.

Sia come sia, noi vorremmo tradurre interviste di Noel Gallagher ogni santo giorno.

Ultime notizie su Noel Gallagher

Tutto su Noel Gallagher →