X Factor 8, Mika: “Non so se tornerò. Chiara Galiazzo ha una voce favolosa”

Mika si candida ufficialmente come giudice dell’ottava edizione di X Factor

A Tv Sorrisi & Canzoni, Mika ha affidato un bilancio della sua prima esperienza da giudice di X Factor:

E’ stata un’esperienza folle. Pochi mesi fa non sapevo nemmeno pronunciare la parola ‘grazie’. E adesso… non ci posso credere, il programma è quasi finito! Mi sento ancora come se stessi iniziando.

L’interprete aveva puntato tantissimo sulle proprie concorrenti (Under Donne) ma è riuscito a portare in dirittura d’arrivo solamente Violetta:

Speravo che arrivassero tutte in finale. So che era improbabile ma devi sempre partire con quell’intenzione. Va bene così, ho lavorato con le ragazze in modo che ciascuna guadagnasse qualcosa da quest’esperienza.

Al momento, non c’è la conferma ufficiale di un suo ritorno tra i banchi del talent show di Sky Uno:

Ora ho un album da fare e ci vorranno molti mesi. E poi un tour. Non è un sì o un no. E’ stata un’esperienza bellissima. Ma io faccio dischi, sono un musicista. E voglio continuare a esserlo.

E’ orgogliosissimo delle sue scelte musicali:

Noi selezioniamo i brani da cantare in gara tra centinaia di canzoni. Per dire, io adoro Adele, è una mia amica e la mia vicina di casa, ma non volevo assegnare le sue canzoni. Sono troppo ovvie. Temevo che lo show diventasse un karaoke.

In Francia, Mika ha registrato le battle di The Voice affidandosi completamente ad una star del calibro di Kylie Minogue:

In Italia c’è più caos, un’allegra anarchia. E’ importante perché ti puoi divertire. Gli italiani mi lasciano rischiare. Mi hanno fatto scegliere pezzi dei Gossip, di Dolly Parton, persino Passenger che non era mai nemmeno passato in radio. Mi hanno detto: se va male è colpa tua!

Il cantante è rimasto letteralmente estasiato dal timbro di Chiara Galiazzo con cui ha duettato in Stardust:

La sua voce è favolosa. Meglio dell’originale? Penso proprio di sì. Con lei la canzone ha trovato la sua casa. Quando sei certo di una cosa devi rischiare.

Altre future collaborazioni in vista?