Emma Marrone: “Per molti se fai Amici sei una sfigata. Mi davano 6 mesi di carriera, sono qui da 4 anni” (VIDEO)

Emma replica ai critici dei talent show

Emma Marrone ieri sera è stata la protagonista di una vivace puntata di Roxy Bar, il programma condotto da Red Ronnie. La cantante, dal 16 novembre in tour (prima tappa a Rimini), ha parlato della sua carriera rispondendo ad alcune critiche che deve affrontare da quando ha trionfato ad Amici. L’artista salentina, che si è anche esibiti in alcuni pezzi come Amami, Dimentico tutto e L’amore non mi basta, ha negato che i suoi concerti siano “da ragazzini”, ma poi ha affermato:

Ma anche se lo fosse… tutti fanno i populisti… la musica è di tutti, qual è il problema?

Emma, dopo essersi definita con orgoglio un’artista “popolare”, ha osservato in merito alla sua esperienza nel talent show di Maria De Filippi:

Per molti se fai Amici sei una sfigata, una paraculata o automaticamente hai agevolazioni. Ho iniziato da giovanissima, ho fatto tanti viaggi sul pendolino Lecce-Milano per portare alle case discografiche le mie tracce. Ho preso tante porte in faccia.

Emma ha notato che ai tempi di Amici “mi davano 6 mesi di carriera” eppure “da quattro anni sono lì e ancora rompo le palle su iTunes”. Quindi ha alzato i toni, di fronte a Red Ronnie notoriamente critico nei confronti dei talent:

L’abito del talent show lo usate come la copertina di linus perché avete paura di ammettere che i vostri giudizi sono andati tutti a farsi fottere o veramente non accettate che una come me e come come tante altre persone abbiano fatto il talent abbiano un posto nella musica italiana? Qual è il problema? Fare un talent show non vuol dire non essere una musicista, non saper suonare la chitarra, non essere in grado di scrivere un pezzo che diventa un singolo multiplatino. Avete paura, probabilmente.

Il conduttore ha precisato che la sua avversità nei confronti del mondo dei talent show è dovuta soprattutto al fatto che i concorrenti non riescano a produrre musica originale, essendo in qualche modo ‘costretti’ a cantare cover. Emma ha ribadito di aver partecipato ad Amici “per avere un contratto discografico che mi permettesse di avere i fondi per fare un disco. Poi ne ho fatto un secondo, poi un terzo, quindi un quarto” e quindi si è chiesta, sempre a proposito dell’obiezione di Ronnie:

Se canto un pezzo di un altro perdo dignità?

Nel corso dell’intervista Emma ha elogiato il suo produttore Brado (al suo fianco) definendolo “onesto e pulito” e ha chiosato:

Non esistono più i produttori, non ci sono più i manager che vanno in giro nei locali. Nelle case discografiche è un casino entrare se non sei ‘ninininì’.

Ultime notizie su Italians Do It Better

Tutto su Italians Do It Better →