Domo Mia- Il ritorno dei Tazenda (con Ramazzotti)

L'Italia li conobbe a Sanremo nel 1991, quando cantarono in duetto con Pierangelo Bertoli la mitica "Spunta la luna dal monte". Oggi tornano i Tazenda sulle scene con un nuovo album, a nemmeno dieci mesi dalla morte di Andrea Parodi, voce storica del gruppo. Vida è appena uscito nei negozi di dischi, trascinato nell'airplay radiofonico da "Domo mia", canzone dolcissima nella quale Andrea Dettori, nuovo cantante del gruppo di ex coristi sardi, duetta con Eros Ramazzotti (che si cimenta anche nel dialetto dell'isola).

Musica di qualità, come sempre i Tazenda hanno fatto nel corso della loro storia, che fa conferma come il sardo, con le sue sfumature di spagnolo, sia una delle lingue più musicali. Dodici brani, fra i quali le versioni rimasterizzate dei loro successi ("Spunta la luna dal monte", "Pitzinnos in sa gherra", l'altro brano sanremese, le cui parole della strofa italiana portano la firma di Fabrizio De Andrè, "Nanneddu meu", "Mamoiada" e "Carrasecare", brano che nel 1990 fece vincere agli allora esordienti il Premio Tenco). E un duetto virtuale con Andrea Parodi in "No Porho riposare". Ecco, questa forse è l'unica situazione un pò discutibile: un omaggio al leader scomparso certo, ma anche una operazione che fa sempre un certo effetto ed in molti casi fa storcere la bocca.

La rete, comunque, sta apprezzando "Domo mia", come si legge su L'isola che non c'è o su Steve's stream of consciousness, che ne fa anche una traduzione, ma soprattutto su MusicSplinder

Nel seguito, guarda il video di "Domo Mia" ed il duetto virtuale con Andrea Parodi in "No potho reposare"

  • shares
  • Mail