Eros Ramazzotti: "Chiara? Il rischio che si bruci è concreto. The Voice non mi fa impazzire"

Eros Ramazzotti parla anche di Chiara Galiazzo, esprimendo preoccupazione in merito alla sua carriera, che potrebbe essere stata bruciata per la fretta dei discografici.

Eros Ramazzotti è il protagonista della copertina del numero di Vanity Fair in uscita domani. Il cantautore romano nell'intervista rilasciata alla rivista ha parlato anche dei talent show che imperversano nella tv italiana. Tra le dichiarazioni che sono state anticipate già oggi (in attesa di poter leggere l'intero servizio giornalistico) ci sono anche quelle riguardanti Chiara Galiazzo, la vincitrice di X Factor 6 da subito seguita con interesse da Eros, che ha firmato anche il suo primo inedito, Due Respiri.
L'artista, che sta girando l'Europa con il Noi World Tour (domani sarà a Vienna), ha detto:

Al concerto del 21 giugno a Roma, che conclude la prima parte del tour, ho invitato sul palco un po’ di amici. Spero ci sarà anche lei: del resto sta andando dappertutto.

Quindi ha espresso le sue perplessità in merito alla sovraesposizione mediatica a cui è andata incontro in questi mesi Chiara, finita anche in gara al Festival di Sanremo:

Mi dispiace per Chiara, perché è molto brava, ma il rischio che si bruci è concreto. Oggi purtroppo le grandi case discografiche prendono i giovani talenti e, per battere cassa, li mandano ovunque senza averli prima aiutati a costruirsi un’identità musicale. Chiara avrebbe dovuto stare un anno tranquilla, lavorare in questo senso, e allora quando sarebbe uscita avrebbe davvero spaccato. Peccato, perché era partita bene.


Infine un commento sul talent show più giovane della tv italiana, The Voice, iniziato qualche settimana fa su Rai 2. Eros ha ammesso di averlo visto soltanto in un'occasione e l'impressione che ne è conseguita non è stato delle più entusiasmanti:

Il programma l’ho visto una volta sola, e non mi fa impazzire. L’unico talent che ho seguito davvero è X Factor.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: