Sacha Baron Cohen sarà Freddie Mercury nel biopic sui Queen

Freddie Mercury e la sua epopea artistica con i Queen sbarcheranno al cinema. A dare volto all’indimenticato frontman sarà l’inglese Sacha Baron Cohen (Borat e Bruno,avete presente?). Le voci sulla produzione del biopic così come il coinvolgimento dell’attore nel progetto giravano da tempo, oggi arriva la quasi ufficialità visto che a parlarne è l’autorevole Deadline.L’arco

di piero


Freddie Mercury e la sua epopea artistica con i Queen sbarcheranno al cinema. A dare volto all’indimenticato frontman sarà l’inglese Sacha Baron Cohen (Borat e Bruno,avete presente?). Le voci sulla produzione del biopic così come il coinvolgimento dell’attore nel progetto giravano da tempo, oggi arriva la quasi ufficialità visto che a parlarne è l’autorevole Deadline.

L’arco temporale preso in considerazione dalla pellicola sarà pressappoco quello che precede e culmina nella leggendaria esibizione di Freddie&Co al Live Aid del 1985, nello stadio di Wembley a Londra. Il primo ciak è previsto per inizio 2011, non appena sarà ultimata la sceneggiatura affidata a Peter Morgan.

Il compito di Baron Cohen, che pare si sia guadagnato la scrittura battendo altri candidati di peso assoluto come Johnny Depp, sarà un’impresa impegnativa e al tempo stesso stimolante. Replicare onstage (e onscreen) il carisma di un’icona del rock quale è stato Farrokh Bulsara (nome di battesimo del cantante di passaporto britannico ma nato a Stone Town, Zanzibar) è tutt’altro che una passeggiata. Se poi regista -che non è stato ancora comunicato- e produzione dovessero scegliere di far pure cantare con la propria ugola i pezzi della band…il fattore di difficoltà aumenterebbe a livelli esponenziali. Non sfigurare dinnanzi al mito Freddie Mercury è cosa mica da principianti.


In bocca al lupo dunque a Sacha, che un punto a suo favore nella sfida lo possiede di già: la somiglianza fisica, visibile nella seconda immagine a corredo di questo post, con annesso baffo folto che fa così tanto eighties.

Notizie correlate: Johnny Depp si consolerà dell’ingaggio mancato dando gli ultimi ritocchi ad un altro progetto musical-cinematografico: il documentario sulla vita di Keith Richards. Per la serie: da un titano R&R ad un altro.

Quanto al resto dei Queen, quelli ancora in vita e in buona salute: hanno dato il loro benestare all’iniziativa, non solo simbolico ma anche e soprattutto pratico. Oltre a concedere i diritti sulle canzoni da utilizzare, hanno fondato una piccola casa di produzione per sostenere anche economicamente il film. Si chiama Queen Films. Originalità? No grazie.