USA – Confermato: i Morbid Angel stanno per registrare un nuovo album!

Cinque anni di silenzio discografico: mai, nella loro lunghissima e sfolgorante carriera, i Morbid Angel hanno fatto passare così tanto tempo senza pubblicare qualcosa! E, conoscendoli, molti si sono chiesti come mai i quattro di Tampa hanno lasciato i fans “a secco” per un quinquennio abbondante…ma non abbiate paura: i ragazzi stanno per tornare a


Cinque anni di silenzio discografico: mai, nella loro lunghissima e sfolgorante carriera, i Morbid Angel hanno fatto passare così tanto tempo senza pubblicare qualcosa! E, conoscendoli, molti si sono chiesti come mai i quattro di Tampa hanno lasciato i fans “a secco” per un quinquennio abbondante…ma non abbiate paura: i ragazzi stanno per tornare a devastare le nostre orecchie con un po’ di sano death metal di puro stampo floridiano!

Infatti, stando a quanto riferito da Metalitalia, i prodi alfieri del death metal statunitense sono appena entrati nei Mana Recording Studios di St. Petersburg (Florida) per registrare il successore di Ignominious anche se, a dire il vero, la gente ha ancora nelle orecchie il lavoro del 2003 della band (l’ottimo ma “poco ispirato” Heretic). Assistiti dall’ex chitarrista della band Erik Rutan (che, oltre a “lavorare” dietro i mixer, ha prodotto alcuni album di band come Cannibal Corpse e Misery Index), i ragazzi dovranno fare a meno dello storico batterista Pedro “Pete” Sandoval (inventore del Blast Beat e strumentista dalle doti eccezionali) che, per colpa di un durissimo intervento alla schiena, dovrà rimanere fuori dalle scene per un bel po’. Ma il sostituto che la band ha scelto (trattasi di Tim “The Missile” Yeung) non è assolutamente un “primo pelo” e, oltre ad aver collaborato con band del calibro di Nile, Hate Eternal e Divine Heresy (solo per citarne alcune), il trentaduenne newyorkese è dotato di una tecnica “batteristica” che niente ha da invidiare al buon Pete e quindi, almeno per il momento, il batterista “ufficiale” dei Morbid Angel può concentrarsi sulla sua riabilitazione e lasciare al ragazzo il compito di aiutare Azagthoth e Vincent a completare le registrazioni del prossimo full-lenght.

L’uscita ufficiale dell’album è prevista a cavallo tra la fine del 2010 e l’inizio del 2011 e, nella speranza che tutto vada a buon fine, siamo già curiosi di sapere se i cinque anni di “silenzio” della band siano serviti per poterci regalare un act degno di perle come Domination!

via | Metalitalia

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →