Porcupine Tree: "The Incident" conferma la bravura della band

porcupinetreein

Presentazione: Con "The Incident" i Porcupine Tree arrivano a quota dieci per quanto riguarda gli album in studio (ovviamente escludendo l'infinità di uscite minori, dischi solisti e collaborazioni).

Giudizio complessivo: Recensire un disco dei Porcupine Tree non è facile: bisogna da un lato tenere conto del loro glorioso passato e del loro indubbio talento e dall'altro cercare di valutare il risultato finale in un'ottica più generale. "The Incident" in un'ipotetica sfida contro uno dei loro capolavori (ne hanno fatti veramente tanti, ne prendo uno a caso... "In Absentia") probabilmente ne uscirebbe perdente, ma se invece valutiamo il lavoro di Steven Wilson e compagni mettendo da parte confronti scomodi (quanto fini a se stessi), non si può negare di essere ancora una volta di fronte ad un grande album. Inoltre, a livello strettamente musicale "The Incident", presenta alcune nuove sfumature (perchè questo sono, visto il genere ben consolidato) e alcune atmosfere inedite per la band. Interessante anche la struttura dell'album, suddiviso in due, la prima parte è formata da "The Incident", una canzone lunga 55 minuti (ma che in realtà si divide in 14 episodi ognuno con le sue peculiarità), mentre la seconda parte è formata da altri quattro brani distinti. In sintesi, non possiamo parlare di "incidente" di percorso per i Porcupine Tree... anzi, ma va ricordato che meno di dodici mesi fa Steven Wilson ci regalò un disco solista superiore a quest'ultima prova del suo gruppo.

Lista tracce - Voto:

The Incident (media voto fra le 14 canzoni) - 7
Flicker - 7
Bonnie the Cat - 7

Black Dahlia - 7
Remember Me Lover - 7

Voto complessivo: 7

  • shares
  • +1
  • Mail