Rock Economy, le due serate live dall'Arena di Verona diventeranno un cd live e un dvd entro Natale

Rock economy finale


    Rock Economy, le due serate speciali di cui vi abbiamo raccontato attraverso i nostri liveblogging, diventeranno presto un cd live e un dvd. Non è ancora stata ufficializzata una data d'uscita ma si pensa quasi sicuramente entro il periodo natalizio. Vi terremo aggiornati

E nuovamente Prisencolinensinainciusol, Rock Economy finisce qui. Saluti e baci.

Celentano Anna parte

La pubblicità ha tagliato metà Azzurro. Che belle cose. E' poi il turno di "Anna parte"

ragazza russa celentano morandi

Sale una ragazza russa sul palco a complimentarsi con Morandi e Celentano

Celentano ti penso e cambia il mondo

Duetto con "Ti penso e cambia il mondo" come ieri sera

Una carezza in un pugno

Adriano Celentano canta "Una carezza in un pugno"

Morandi Caruso

Arriva Gianni Morandi e si omaggia Lucio Dalla, presente con loro al Festival di Sanremo 2012. Canta "Caruso" e poi "Sei rimasta sola" con Celentano

Celentano Cammino

Si bissa con "Cammino" e poi è il turno di "Straordinariamente" e Pregherò

Yuppi Du

Celentano non deve nemmeno cantare il primo minuto grazie al coro dell'Arena che intona "Il Ragazzo Della Via Gluck". E dopo la pubblicità è la volta di "Yuppi Du"

Ringo Celentano

E' il momento di "Ringo"

Storia d'amore Celentano

Saluto al pubblico, baci e mani che sventolano nella folla e poi si ricomincia con "Storia d'amore"

L'arcobaleno Celentano

E' il momento di "L'arcobaleno" con Celentano che dichiara "Non riesco a leggere!" per il gobbo con le parole.


    Io son partito poi così d'improvviso
    che non ho avuto il tempo di salutare
    istante breve ma ancora più breve
    se c'è una luce che trafigge il tuo cuore
    L'arcobaleno è il mio messaggio d'amore
    può darsi un giorno ti riesca a toccare
    con i colori si può cancellare
    il più avvilente e desolante squallore
    Son diventato se il tramonto di sera
    e parlo come le foglie d'aprile
    e vivrò dentro ad ogni voce sincera
    e con gli uccelli vivo il canto sottile
    e il mio discorso più bello e più denso
    esprime con il silenzio il suo senso
    Io quante cose non avevo capito
    che sono chiare come stelle cadenti
    e devo dirti che è un piacere infinito
    portare queste mie valige pesanti
    Mi manchi tanto amico caro davvero
    e tante cose son rimaste da dire
    ascolta sempre e solo musica vera
    e cerca sempre se puoi di capire
    Son diventato se il tramonto di sera
    e parlo come le foglie d'aprile
    e vivrò dentro ad ogni voce sincera
    e con gli uccelli vivo il canto sottile
    e il mio discorso più bello e più denso
    esprime con il silenzio il suo senso
    Mi manchi tanto amico caro davvero
    e tante cose son rimaste da dire
    ascolta sempre e solo musica vera
    e cerca sempre se puoi di capire
    ascolta sempre e solo musica vera
    e cerca sempre se puoi di capire (a sfumare)

Adriano Celentano Soli

Dopo un saluto ad Albano (seduto in terza fila col cappello bianco, se siete curiosi di saperlo) è il momento del secondo brano, Soli


    E' inutile suonare qui non ti aprirà nessuno
    il mondo l'abbiam chiuso fuori
    con il suo casino
    Una bugia coi tuoi
    il frigo pieno e poi
    un calcio alla tivù
    solo io solo tu
    E' inutile chiamare
    non risponderà nessuno
    il telefono è volato fuori
    giù dal quarto piano
    era importante sai
    pensare un poco a noi
    non stiamo insieme mai
    ora sì ora qui
    Soli
    la pelle come un vestito
    Soli
    mangiando un panino in due
    io e te
    Soli
    le briciole nel letto
    Soli
    ma stretti un po' di più
    solo io solo tu
    Il mondo dietro ai vetri sembra un film senza sonoro
    e il tuo pudore amando rende il
    corpo tuo più vero
    sei bella quando vuoi
    bambina donna poi
    non mi deludi mai
    è così che mi vai
    Soli
    lasciando la luce accesa
    Soli
    ma guarda nel cuore chi c'è
    io e te
    Soli
    col tempo che si è fermato
    Soli
    però finalmente noi
    solo noi solo noi
    Una bugia coi tuoi
    il frigo pieno e poi
    un calcio alla tivù
    solo io solo tu
    Solo tu
    Solo tu

Mondo In MI 7a

Ed ecco Adriano Celentano che entra cantando subito "Mondo In MI 7a" e l'Arena di infiamma immediatamente


    Prendo il giornale
    e leggo che
    di giusti al mondo non ce n'è.
    Come mai, il mondo è così brutto!?
    Sì! Siamo stati
    noi a rovinare
    questo capolavoro
    sospeso nel cielo,
    nel cielo, nel cielo!
    Ahi ahi ahi ahi!
    Ahi ahi ahi ahi!
    Ahi ahi!
    Ahi ahi ahi ahi ahi ahi ahi!
    Leggo che
    sulla terra
    sempre c'è
    una guerra,
    ma però, per fortuna,
    stiamo arrivando sulla luna
    mentre qui c'è la fame,
    c'è la fame!
    Ahi ahi ahi ahi!
    Ahi ahi ahi ahi!
    Ahi ahi!
    Ahi ahi ahi ahi ahi ahi ahi!
    Ogni atomica è una boccia
    e i birilli son l'umanità,
    il capriccio di un capoccia
    ed il mondo in aria salterà!
    Si rapina il lunedì,
    ci si ammazza gli altri dì,
    guarda un po' che società!
    Ipocrisia,
    qua e là,
    non va!
    Non esiste morale,
    c'è per tutti un complesso,
    un problema del sesso
    e le persone serie
    che non raccontano le storie
    le hanno spedite in ferie!
    Questa terra è il monopolio
    delle idee sbagliate,
    qui si premiano quei films
    dove c'è un morto in più.
    Si divorano i romanzi
    con l'indizio a rate,
    c'è persino corruzione
    dove c'è lo sport.
    Noo ragazzi,
    ma non rattristatevi così.
    Piccolo? Perché piangi così?
    Eeh, allora staremmo freschi
    se veramente nel mondo
    succedessero tutte queste cose.
    Eeh, e poi, lo sapete anche voi, no?
    i giornali qualche volta
    esagerano sempre un po'.
    Guardate quello che scrivono su di me..
    E poi se andiamo a vedere
    questo giornale
    chissà di quanti anni è...
    Anzi, adesso voglio proprio vedere la
    data.
    E' di oggi!
    E se noi,
    tutti insieme
    in un clan, ci uniremo,
    cambierà questo mondo
    se noi daremo
    una mano a chi ha più bisogno,
    ci sarà solo amore,
    solo amore,
    ci sarà solo amore...
    ah, ah, ah.

Anteprima rock economy

Si inizia come ieri, con le due voci che ripetono le stesse parole pronunciate nella prima serata, accompagnata dalle immagini che guidano all'Arena di Verona

Inizia la seconda serata dell'evento Rock Economy, in diretta su Canale 5, con un'anteprima che mostra i servizi audio dei Tg e dei programmi che hanno parlato del successo della prima parte del suo show

Più di nove milioni di spettatori hanno seguito, in tv, la prima serata del grande ritorno di Adriano Celentano, in Rock Economy, su Canale 5.

Un successo di pubblico e di presenze, con biglietti esauriti da tempo e bagarini interessati a pagare 300 volte tanto il prezzo iniziale.

Lo stesso cantante aveva chiesto che alcuni ticket fossero venduti a un euro ciascuno, proprio per mettere un simbolico prezzo a chi non poteva permettersi magari cento euro a testa per assistere ale sue esibizioni. E i bagarini, a quanto pare, sono interessati a comprare gli stessi posti per trecento volte tanto, per poi venderli a chi spera, all'ultimo, di assistere alla seconda e ultima serata.

I cugini di TvBlog, inoltre, avanzano l'ipotesi che non ci siano ospiti, nella seconda parte del concerto, visto, probabilmente, il poco consenso ottenuto dai presenti, ieri sera, durante il dibattito con i tre economisti. Eppure, ieri sera si vociferava potessero essere presenti altri due nomi importanti: Beppe Scienza e il direttore di Rai4, Carlo Freccero. Ecco cosa rivela Sorrisi:

"Stando a quanto risulta a Sorrisi, Celentano stasera, in occasione della seconda e ultima puntata di Rock Economy, in onda su Canale 5 alle 21 in diretta dall’arena di Verona, potrebbe tagliare completamente il sermone, ovvero la parte Economy del suo show, per lasciare spazio in pratica solo alle canzoni.
Sono in corso le ultime riunioni per modificare la scaletta, ma sembra che l’uomo di Galbiate, asserragliato all’Hotel Due Torri, abbia preso la sua decisione: vuole correre meno rischi possibili per il congedo dal suo pubblico. Che ieri ha dimostrato di gradire come poco altro le sue canzoni, e ha invece respinto con perdite il lungo dibattito stile Ballarò imbastito da Celentano con l’economista Jean-Paul Fitoussi e i giornalisti Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella."

E stasera seguiremo con voi la seconda e ultima parte di questo evento televisivo e musicale

  • shares
  • +1
  • Mail