Luca Pacioni, Complice: testo e video ufficiale [Anteprima Blogo]

Complice di Luca Pacioni: video e testo della canzone su Blogo.it

Da venerdì 1 Giugno sarà in radio “Complice”, terzo singolo estratto e title track del disco d’esordio di Luca Pacioni, uscito il 20 Novembre.

"È un inno alla terra, all’Umbria e alla sua gente. Ispirazione, comprensione e ricerca di se stessi sono il filo conduttore di questa canzone. Tutto questo nei luoghi dove una parte importante dell’album ha preso vita".

Il video è stato girato in Umbria tra Trevi, Assisi, Spoleto, Bevagna e le vie del Sagrantino con la regia di Erika Errante.

Ecco le parole dell'artista:

«Per me l’uscita di “Complice” rappresenta molto, non è solo il mio primo album o la raccolta di tutte le canzoni scritte fino ad ora, “Complice” è ciò che sono io. Per la prima volta mi trovo a condividere sensazioni e sentimenti come mai fatto prima. Amore e complicità sono il filo conduttore di questo disco, esistono innumerevoli situazioni che possono influenzare il nostro stato d’animo, il nostro futuro e il senso più profondo dello stare insieme. Molto spesso siamo noi stessi complici di quello che ci circonda. Ho iniziato a scrivere canzoni fin dal primo momento in cui ho preso in mano una chitarra, all’età di dodici anni, e poi non ho mai smesso. A volte mi ritrovo a capire me stesso e quello che mi sta vicino solo dopo aver scritto una canzone».

luca-pacioni-complice.jpg

Luca Pacioni, Complice, Testo

Le mille viti in fila ad una ad una
Il respiro del tuo verde che risuona
Le mura che raccontano una storia
Nel dipendere da te

Le piazze che si scambiano passioni
Il senso di restare chiusi fuori
Veder dall’alto tutti i tuoi colori
Quante luci su di te

Perchè tu mi sai comprendere anche se
Quanti sbagli ho qui per te
Sempre tu non ti sai arrendere con me
Terra complice

Il meglio che hai lasciato ad ogni viaggio
Nel raggiungerti ho trovato anche il coraggio
Di cambiare così spesso direzione
Conto i passi su di te

Ti riscopro così bella ora che è Maggio
La tua gente, il tuo buon vino ed il tuo spazio
La finestra che si affaccia al tuo paesaggio
Quanto ossigeno per me

Perchè tu mi sai comprendere anche se
Quanti sbagli ho qui per te
Sempre tu non ti sai arrendere con me
Terra complice

Perchè tu mi sai comprendere anche se
Quanti sbagli ho qui per te
Sempre tu sai combattere con me
Terra complice
Perchè tu mi sai difendere anche se
Quante scuse ho qui per te
Sempre tu non ti sai arrendere con me
Terra complice

srapi.setPkey('252b199f1f3067f890b493eb52294b48'); srapi.setSongId(751869); srapi.run();

Luca Pacioni, Biografia

Luca Pacioni nasce in provincia di Milano nel 1985. Inizia a suonare la chitarra a dodici anni. All’inizio era pura emulazione dei grandi della tv, poi la scoperta dell’esistenza di note e note, armonie e rumori, suoni e frastuoni, parole, significati e voci. I primi due pezzi sono nati a dodici anni su un quaderno. Crescendo, sono arrivate le cover band: ha cantato e suonato su ogni palco disponibile, che fosse un locale o una sagra di paese, guadagnando critiche, applausi ma soprattutto esperienza. Nel frattempo ha continuato a scrivere canzoni su quaderni e foglietti, scoprendo che in quelle parole poteva dare voce alle emozioni. Nelle note trovava spazio l’espressione degli stati d’animo difficili da sfogare nella vita di tutti i giorni. La passione delle domeniche in camera e in sala prove è diventata tutto ciò: canzoni che parlano di percorsi e incontri in cui ritrovarsi.

  • shares
  • Mail