Livio Cori: "Liberato non sono io, rispetto il bellissimo progetto ma siamo due cose diverse" | VIDEO

Livio Cori ha categoricamente negato di essere il misterioso cantante Liberato: ecco le sue dichiarazioni su Instagram.

livio-cori.jpg

Fin da quando il progetto Liberato è nato, lo scorso anno, sono stati in moltissimi a pensare che dietro la sua maschera (o, meglio, dietro alla sua felpa con il cappuccio) ci fosse il cantautore napoletano Livio Cori, artista dalla voce piuttosto simile al collega di Nove Maggio.




“Io song figlio 'o mare nato int' 'a terra 'e nisciuno”


Un post condiviso da L I V I O C O R I (@liviocori) in data: Mag 9, 2018 at 4:00 PDT


A poche ore dal live di Liberato sul Lungomare di Napoli

, Livio Cori (evidentemente sotto pressione più del solito) ha messo mano alle sue Instagram Stories per chiarire, una volta per tutte la questione. Tutto è nato, in particolar modo, da un suo post nel quale il cantante (che ha partecipato anche alla soundtrack di Gomorra) citava Nino d'Angelo in una foto scattata in riva al mare. Ecco le sue dichiarazioni:

ho visto che vi state entusiasmando un po' per l'articolo che ho riportato sotto il mio ultimo post, ma è gossip hanno cercato di collegare due cose che non c'entrano niente, io ho semplicemente citato Nino d'Angelo in un post dove c'era il mare. Sulla questione Liberato ho già dichiarato pubblicamente sui giornali ho detto che non sono io ho detto che stimo il progetto Liberato è una bella cosa stanno spaccando tutto è un orgoglio per Napoli, però siamo due cose diverse io ho il mio progetto lui ha il suo progetto. Non mi piace questa cosa di sfruttare e sciacallare di una cosa che va bene, se vi piace Liberato seguite la sua pagina, supportatelo, supportate la mia pagina ma ricordatevi che siamo due cose diverse.


  • shares
  • Mail