Laura Pausini, Simili: conferenza stampa in diretta

Laura Pausini presenta il suo nuovo album, Simili, in uscita venerdì 6 novembre 2015: conferenza e dichiarazioni.

laura-pausini-simili.jpg


  • 17.15

    La conferenza è terminata.

  • 17.09

    Gabriele Gambini fa una domanda sulla "polemica-Miami": "Io faccio la cantante, mi piacerebbe che la vera notizia vera fosse relativa alla musica. Io ho iniziato a suonare il piano ma nessuno l'ha scritto. Ora faccio io polemica: non rispondo alle polemiche perché mi sono rotta il cazzo. I bambini stanno all'asilo... Non se ne può più".

  • 17.07

    Lo show con Paola Cortellesi? "Ci sono tante notizie. La Rai sa che se farò questo spettacolo, io vorrei avere qualcuno al mio fianco. E se accetterò di farlo, lei è la prima persona che chiamerò".

  • 17.03

    "Ho collaborato con tanti artisti durante la mia carriera. Mi farebbe piacere fare un album ed un tour assieme ad un mio collega. Ci proverò e se riuscirò a convincerlo, lo vedrete".

  • 16.58

    "Devo chiedere scusa a mia mamma, non ha mai sognato questa vita per me. Lei ha provato a spiegarmi che il suo sogno era che io fossi una farmacista, ma io in farmacia preferisco comprare i cosmetici. So bene che mia mamma mi ha permesso di vivere questa vita che volevo da sempre: io volevo fare la cantante di piano bar a Solarolo. Io non volevo la bicicletta, ma mi è arrivata addosso una Ferrari. E' difficile guidare la Ferrari ma sono stata io a scegliere questa vita".

  • 16.51

    Pausini consiglia ad una giornalista miope (e con gli occhiali) di fare l'operazione agli occhi.

  • 16.45

    Alessandro Alicandri di Sorrisi chiede informazioni sulla cover "immersa nella natura": "Tutto parte dalla terra e dalla natura. Mi sono voluta sdraiare sul prato come un senso di libertà. Le copertine sono molto importanti per me, ogni cosa che riguarda l'immagine ed il disegno per me è importante".

  • 16.41

    "Lato destro del cuore è una canzone particolare, quando Biagio me l'ha portata io non l'ho capita subito. Più l'ascoltavo e più diventava una calamita, per me sarà un evergreen. Non mi pentirò mai di averla cantata e sono grata alle radio italiane per avermi dato spazio. E' una canzone difficile e meno impegnata". Ringrazia Marco Alboni: "Non tutte le case discografiche lasciano liberi i propri artisti".

  • 16.38

    Via alle domande dei giornalisit. Questo album è un ritorno alla semplicità? Lo chiede Giovanni Ferrari di Panorama: "La semplicità è sempre stato il punto fermo della mia carriera e della mia musica. Ci sono dei testi non semplici ma poetici, mi permettono di riflettere. Ho avuto la possibilità di sperimentare. Da quando sono diventata mamma invece che essere impaurita, mi sento più forte e curiosa di prima. Ho anche più voglia di provare cose nuove".

  • 16.35

    "Mi avete scritto a prposito dei talent italiani: tutti i talent italiani mi hanno chiamata per essere giudici. Amici, The Voice e anche X Factor. Mi hanno chiamato dopo aver firmato i contratti con le altre nazioni. Non volevo snobbarli ma c'è un motivo per cui non l'ho presi in considerazione. La Rai, dopo Stasera Laura, mi ha chiesto di pensare ad un programma tutto mio. Non ho ancora dato l'ok alla Rai, non ho alcun contratto. A gennaio ne parleremo e cercherò di capire se davvero potrò realizzare questo sogno, ovvero avere uno spettacolo tutto mio. E' un rischio molto grande ma voglio provarci".

  • 16.31

    Capitolo Sanremo: "Hanno scritto che c'è la possibilità che io co-conduca il festival. Sono stata realmente invitata da Carlo Conti ma non ho potuto accettare perché, vivendo qui a Miami fino a gennaio, non potrei prepararmi. Non è corretto presentarmi su un palco così importante e pauroso con una settimana di preparazione. Sanremo è un impegno emotivo forte, ci devono essere dei mesi di preparazione vera. Il Festival se lo merita perché è l'evento musicale più importante in Italia ma pure in Europa. Ho accettato, però, l'invito per andare a cantare: ci sarò come ospite, ma ancora non so la data. Torno a Sanremo dopo tanti anni, mi va via la saliva solo a parlarne. E' più emozionante cantare sul palco di Sanremo che su quello dei Grammy".

  • 16.31

    "Parliamo di televisione: il 14 novembre presenterò Simili su Rai 1, è una cosa gigante. L'Italia non è abituata a dare spazio alla musica nuova, soprattutto in prima serata. Non canterò nessuna canzone conosciuta, è uno spazio privilegiato, è la prima volta che succede in Italia. Voglio ringraziare Giancarlo Leone, perché me l'ha proposta lui. Vedrete che abbiamo preparato qualcosa di nuovo, saranno con me Biagio, Lorenzo e Giuliano. E ci saranno anche i miei fan".

  • 16.28

    Laura ricorda le date estive nelle stadi: "La scelta degli stadi non è stata mia, è stata indirizzata con molta forza dal mio fan club. I ragazzi mi hanno richiesto di poter rivivere le emozioni provate a San Siro nel 2007. Fare gli stadi è difficile, spero di riempirli... faremo uno spettacolo che mostrerà tutto il mio entusiasmo. Le date italiane saranno le uniche all'interno degli stadi ed avranno una scaletta e scenografia completamente diverse rispetto alle altre date del tour che proseguirà per l'America e si concluderà in Europa".

  • 16.28

    "Simili probabilmente sarà il secondo singolo e con orgoglio vi dico che sarà la sigla della prossima edizione di Braccialetti Rossi. Infatti gli attori di questa serie sono i protagonisti del videoclip del brano. Sono una fan della serie e sono contenta di avere una canzone inedita dedicata anche a loro".

  • 16.21

    Lo sapevi prima tu è una canzone dedicata a suo padre: "Mio padre lo diceva sempre, lui sapeva prima di tutti che avrei fatto la cantante e avrei fatto cose giganti. E' una canzone tanto autobiografia, forse può non essere aperta a tutti ma non potevo non metterla. E' importante, per me, sentire quel tipo di emozione e volevo condividerla". Per la musica, invece, è una delle canzoni più difficili della sua carriera: "La musica è l'unica cosa che non sa giudicarci e ci accetta così come siamo. E' nata l'idea di coinvolgere le persone a me vicine, i miei fan che non mi hanno mai lasciato e che sono i più simili a me: ho trovato alcuni fan talentuosi, tutti iscritti al mio fan club, che suoneranno alcuni strumenti in questa canzone. Loro non sanno che l'hanno fatto, lo scopriranno venerdì quando uscirà l'album quando si leggeranno nei credits. Non vedo l'ora di vedere la loro reazione. Non hanno mai ascoltato la canzone per intero".

  • 16.19

    Laura parla di un videoclip con la figlia Paola: "Non c'è una legge che tutela la privacy dei bambini, soprattutto negli ultimi mesi non sono riuscita a tenerla così nascosta. Sono state pubblicate delle foto che hanno autolesato, senza la nostra autorizzazione, la pubblicazione della sua faccia in tanti Paesi del mondo. Questo ci ha fatto pensare, quindi abbiamo deciso di farvi conoscere come siamo noi realmente. Ci vedete insieme, a giocare".

  • 16.16

    "E' stata un'avventura fare questo disco, non l'avevo mai fatto viaggiando così tanto. Sono stata per un anno e mezzo in tour, ho partecipato anche a dei programmi televisivi all'estero... ma avevo voglia di scrivere e cantare nuove canzoni. Alcune canzoni sono state registrate a Madrid, altre a Miami, altre a Londra o Roma. E' un disco nato in tanti posti del mondo ed è per questo che si chiama Simili. Ha quindici tracce, le prime dodici sono relative a persone simili a me. Le altre tre, + Simili, raccontano la mia vita personale. E' a lei che devo l'amore, l'ultima traccia, è stata scritta da Biagio: era nata per il suo album ma gl'ho chiesto di regalarmela. Già dal titolo è la canzone più adatta per descrivere quello che ho scoperto da quando sono diventata mamma. L'amore vero l'ho trovato in lei, Paola. Biagio, che è anche il padrino di Paola, ha adattato il testo alla mia storia".

  • 16.12

    "Infine c'è Giuliano Sangiorgi. C'è una storia particolare con lui: qualche anno fa ha scritto Niente di Malika, stavamo guardando Sanremo e mi ero ingelosita. Gl'ho scritto un sms per chiedergli perché non scrivesse anche per me. Alcuni mesi fa, poi, mi è arrivato un messaggino sul telefono, mi aveva mandato tramite mail Sono solo nuvole in una versione cantata da lui, piano e voce. Gl'ho chiesto di essere l'arrangiatore e produttore del brano perché non volevo snaturarla, è una delle canzoni più bella ed importante della mia carriera E' una scrittura che mi ricorda Modugno ma, allo stesso tempo, la modernità della scrittura di oggi. Sono onorata".

  • 16.09

    "Tutte le firme di questo disco sono italiane. Non è una scelta studiata o voluta: più vado all'estero e più continuo a scegliere canzoni italiane. L'altro autore è un italiano doc, Lorenzo Jovanotti: scrive in una maniera unica per il nostro Paese, è venuto più volte a casa mia per farmi ascoltare le sue idee. Ogni volta ci guardavamo negli occhi per dirci che non era ancora quella giusta. Quest'anno, poi, mi ha mandato tre canzoni: due più simili al mio mondo musicale e questa, Innamorata, è stata una botta sin dal primo ascolto. Anche se è una scrittura molto riconoscibile per lo stile di Lorenzo, metricamente e ritmicamente è lontana dalle mie interpretazioni. Ma io mi sono ritrovata subito in questa canzone per il significato".

  • 16.06

    "Alcune storie nascono dal confronto con i miei fan su facebook. Le altre storie nascono dalle proposte di autori: persone famose ma che per me hanno un significato fondamentale per la riuscita di questo disco. Sicuramente, in primis, Niccolò Agliardi che mi ha aiutato nello scrittura dei testi. Poi ci sono alcuni giovani autori come Tony Maiello (ex X Factor, ndr), ma anche altri amici come L'Aura che mi ha aiutato nella mia prima canzone dance. E poi c'è il trio delle meraviglie. Biagio che ritorna nella mia musica e vita con tre canzoni: Lato destro del cuore, è stata scelta con grande determinazione perché trovo che sia una canzone con un significato importante, ha una scrittura poetica con dei richiami musicali che mi ricordano gli anni '60 della musica italiana".

  • 16.03

    "Buongiorno a tutti", il collegamento a Miami è attivato. "E' una situazione strana, non sono abituata a fare le conferenza in collegamento. Sono a Miami, il motivo di questo viaggio è perché sto conducendo - assieme ad altri cantanti - un programma televisivo qui in America. E da qui nasce la storia di questo disco. Mi trovavo nell'ambasciata americana di Roma per fare il disco e venire a lavorare qui. Quando ho fatto l'impronta digitale per riconoscerci come persone diverse, questa cosa mi ha stimolato, mi è venuta in mente la parola Simili e ho chiamato Niccolò Agliargli: gl'ho detto che ero pronta a lavorare sul nuovo album. Racconto storie di noi esseri umani uguali ma che hanno sentimenti diversi. Non è un album autobiografico, per la prima volta sono solo interprete. E' stato interessante, fino a qualche tempo fa non avrei avuto né la voglia né il coraggio di raccontare storie che non sono mie. La maternità mi ha resa più aperta e libera".

  • 16.01

    Alboni: "E' un nuovo disco di inediti dopo quattro anni. Esce nelle versione spagnola ed italiano in tutto il mondo, è un disco importante. Sarà Laura stessa ad approfondire tutti i vari aspetti". Salzano di P&F: "Laura avrà un'estate importante, a giugno 2016 toccheremo tre città: Milano, Roma e Bari negli stadi".

  • 15.47

    Prosegue lo "short film": i ragazzi di Braccialetti rossi sono i protagonisti del videoclip di Simili. Fra poco sarà attivato il collegamento con Miami, ancora un attimo di pazienza.

  • 15.22

    Marco Alboni, presidente della Warner: "Fra poco ci collegheremo con Laura da Miami". Viene trasmesso Simili - The short film: l’album, infatti, sarà disponibile anche nell’edizione deluxe che comprende un dvd contenente questo vero e proprio cortometraggio (diretto da Leandro Manuel Emede e Nicolò Cerioni per Sugarkane) di cui Laura è protagonista e che include una breve anteprima dei 15 videoclip girati per questo progetto.

  • 15.14

    La conferenza è un po' in ritardo.


Oggi pomeriggio, presso la sala multimediale di Piazza della Repubblica a Milano, sarà presentato alla stampa Simili, il dodicesimo album di Laura Pausini in uscita in tutto il mondo venerdì 6 novembre 2015. La cantante sarà in collegamento da Miami, dove è attualmente "bloccata" per le registrazioni del nuovo talent ideato da Simon Cowell, La Banda, e dove ha deciso di portare - a sue spese - otto giornalisti della carta stampata per fargli ascoltare in anteprima il suo nuovo lavoro in studio. Le polemiche e discussioni non sono mancate. Soprattutto da parte dei due "esclusi di lusso": Marinella Venegoni de La Stampa ed Andrea Spinelli di QN. Si parlerà pure di questo?

L'appuntamento con la conferenza stampa è a partire dalle ore 15. Noi la seguiremo live.

Laura Pausini, Simili, Tracklist

01 LATO DESTRO DEL CUORE (di Biagio Antonacci)
02 SIMILI (di Niccolò Agliardi e Laura Pausini)
03 200 NOTE (di Tony Maiello)
04 INNAMORATA (di Jovanotti)
05 CHIEDILO AL CIELO (di Niccolò Agliardi e Laura Pausini)
06 HO CREDUTO A ME (di Niccolò Agliardi)
07 NELLA PORTA ACCANTO (di Laura Pausini)
08 IL NOSTRO AMORE QUOTIDIANO (di Niccolò Agliardi e Laura Pausini)
09 TORNERO’ (con calma si vedra’) (di Biagio Antonacci)
10 COLPEVOLE (di Niccolò Agliardi e Laura Pausini)
11 IO C’ERO (+ amore x favore) (di Laura Pausini)
12 SONO SOLO NUVOLE (di Giuliano Sangiorgi)

+ SIMILI
13 PER LA MUSICA (di Niccolò Agliardi)
14 LO SAPEVI PRIMA TU (di L'Aura e Laura Pausini)
15 E’ A LEI CHE DEVO L’AMORE feat. Paolo e Paolo Carta (di Biagio Antonacci)

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: