Il ritorno di Enzo Carella

Chi scrive ha passato da un pò la boa dei 30 ed è cresciuto a pane, calcio e discoring. E oltretutto ha pure una passione per gli anni'80. E per i geni musicali in assoluto. Enzo Carella è uno di questi. C'è qualcuno che se lo ricorda? Pochi, credo, perchè come tutti i geni, Enzo Carella è rimasto abbastanza incompreso. Eppure dietro di lui, a scrivergli i testi (lui compone le musiche) c'è Pasquale Panella, mica uno qualsiasi. Quello dell'ultimo Battisti, per dire, il poeta dell'ermetismo.

Ebbene, dopo 12 anni di silenzio, riecco il genio sregolato sul palcoscenico musicale con l'album inedito “Ahoh ye’ nana". Carella, nel 1979 era arrivato secondo al Festival di Sanremo con "Barbara", un brano licenziosissimo per l'epoca, battuto solo dall'uomo in salopette Mino Vergnaghi, oggi tra gli arrangiatori di Zucchero. Già allora c'era tutta la sua follia. La sua carriera la trovate cliccando qui. Il lavoro, per inciso, è stato presentato in anteprima al "Musicultura Festival" allo Sferisterio di Macerata qualche settimana fa. Molti di voi non conosceranno Enzo Carella. Bene, è l'occasione per farvelo ascoltare.

Nel seguito, ascolta "Barbara", in un reperto unico datato 1979.


  • shares
  • +1
  • Mail