Tiziano Ferro satanista? Ritorna la polemica sui messaggi subliminali contenuti in Indietro

Nuove dichiarazioni polemiche di Don Giulio Marra.

Vi ricordate della famosa leggenda metropolitana riguardo i presunti versi inneggianti al satanismo contenuti in una canzone di Tiziano Ferro? Gli esperti di messaggi subliminali nelle canzoni, sicuramente sì.

Anche il cantautore di Latina, infatti, è entrato nella ristretta cerchia di artisti accusati di diffondere messaggi criptati all'interno dei loro brani.

Per chi è un neofita di questo argomento, facciamo una velocissima lezione: i messaggi subliminali nelle canzoni sono messaggi inneggianti alla droga, alla religione, al satanismo, alla massoneria e molto altro, udibili ascoltando la canzone al contrario; con questo modo di fare, gli esperti in materia affermano che gli artisti in questione mirano a diffondere i seguenti messaggi nel subconscio delle persone, senza che l'ascoltatore se ne renda davvero conto.

Tornando a Tiziano Ferro, il suo messaggio subliminale gira sul web da molto tempo. La canzone "incriminata" è Indietro, una delle tante hit del cantautore 33enne contenuta nell'album Alla mia età. Di Indietro, fu anche registrata una versione in inglese insieme a Kelly Rowland, ex cantante delle Destiny's Child, intitolata Breathe gentle. La canzone è firmata anche da Ivano Fossati.

Come potete ascoltare nel video in fondo all'articolo, esattamente al minuto 1.02 della canzone, ascoltando ovviamente la canzone al rovescio, troviamo questa frase inequivocabile inneggiante a Satana:

Grazie Satana. Lui mi rende libero.

Perché è ritornata in auge questa polemica?

"Merito" di Don Giulio Marra, sacerdote della comunità Nuovi Orizzonti, che ha deciso di scagliarsi improvvisamente contro tutti gli artisti che, secondo la sua opinione, divulgano messaggi subliminali di questo genere tramite le loro canzoni.

Queste sono state le sue principali dichiarazioni con le quali Don Marra ha preso di mira soprattutto il cantautore di Latina:

Da lui non me l'aspettavo. Anche in Imagine di John Lennon, nelle canzoni dei Led Zeppelin, dei Pink Floyd, dei Queen e in Hotel California degli Eagles ci sono chiari riferimenti o tracce nascoste che esaltano il Male.

Tiziano Ferro, per ora, ha scelto di non replicare. Forse perché non c'è proprio un bel niente a cui replicare.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: