X Factor 2021, Hell Raton ai Mutonia:” Porta rispetto”. Manuel Agnelli difende la band…

X Factor 2021, Hell Raton contro i Mutonia: ecco cosa è successo e perché il giudice ha bacchettato il leader della band

Questa sera i Mutonia si sono esibiti, nella terza puntata di X Factor 2021, con una cover di Sports dei Viagra Boys. La settimana scorsa la band aveva cantato con il leader della band vestito -in parte- da sposa. Una scelta che non aveva convinto e aveva attirato le critiche di Mika, ben oltre lo scetticismo per la messinscena sul palco. Questa settimana, i Mutonia hanno replicato la stravaganza del look (con il leader vestito da tennista con pantaloncini corti). Una scelta legata anche al titolo del brano e al senso del pezzo in sé ma, ancora una volto, ha portato Mika a criticare i concorrenti. Anche in questo caso, il giudice ha storto il naso, per nulla convinto dalla decisione, trovata insensata e discutibile. Per poi, di fronte alle insistenze di Agnelli sul dare un commento più preciso, è “esploso” contro il look:

“Questo look ha poca poesia e fa schifo”.

Il pubblico ha iniziato a rumoreggiare nei confronti delle parole di Mika e Matteo De Prosperis ha alzato un braccio, dopo le parole ascoltare, come ad incitare o “ironizzare” quanto appena ascoltato. Una mossa che non è piaciuta affatto a Hell Raton che, poco dopo, ha bacchettato apertamente il cantante:

“Porta rispetto, ognuno di noi ha un ruolo e deve essere rispettato. Sei molto convinto, occhio che se cadi poi ti fai male”.

Il cantante  ha annuito, poco convinto, replicando al commento con leggerezza. E Manuel Agnelli, una volta ripresa la parole, ha giustificato l’atteggiamento di Matteo e criticando -invece- il giudizio di Mika:

“Avrei voluto sentire dei giudizi un po’ più tecnici… Matteo non è rispettoso? E’ semplicemente ironico, se non lo cogliete non è problema nostro ma un problema vostro”

Mutonia, chi sono

I Mutonia sono una band formata da Matteo De Prosperis (Prostin), Lorenzo Riccobene e Fabio Teragnoli hanno 28, 26 e 25 anni e provengono dal Lazio. Si sono presentati alle Auditions direttamente con loro inedito, Nervous breakdown, colpendo i giudici ma solo in parte Manuele Agnelli. Lui aveva apprezzato le intenzioni e la sincerità della band ma non era rimasto particolarmente impressionato dalle innovazioni. Troppi luoghi comuni? Tutto, però, cambia dai Bootcamp.

I dubbi spariscono grazie alla loro interpretazione della cover di Adele, Rumour has it. Il pezzo, eseguito live, convince pienamente Manuel che assegna loro una delle cinque sedie disponibili. Infine, agli Home Visit, conquistano definitivamente il loro giudice con una cover di “Psycho Killer” dei Talking Heads.