Wu-Tang, il nuovo brano di Coez a due anni da “È sempre bello” (testo e audio)

Coez ha pubblicato il brano inedito “Wu-Tang”. Ecco di cosa parla la canzone, leggi testo e significato del pezzo su Soundsblog.it

A sorpresa, oggi è uscito il nuovo brano di Coez, Wu-Tang. L’inedito segna il ritorno del cantautore a due anni da “È sempre bello”, album la cui title track è stata certificata con cinque dischi di platino ed è stata il singolo italiano più ascoltato su Spotify Italia nel 2019.

Wu-Tang, cos’è? Il significato della canzone

Il titolo è un riferimento al “Wu-Tang Clan”, il supergruppo culto americano e collettivo newyorkese che negli anni ’90 ha cambiato per sempre il mondo dell’hip-hop, nel segno dell’indipendenza creativa degli artisti ed elevando il concetto di crew a comunione collettiva. Il culto per la musica underground riaffiora in questo pezzo con cui COEZ dimostra il proprio attaccamento alla cultura hip hop, tanto rap nelle citazioni quanto rock nelle intenzioni.

“Ho sempre amato i gruppi che potevano passare da canzoni introspettive a pezzi da un impatto più violento senza mai perdere di credibilità, forse questo pezzo in particolare prende ispirazione da Song 2 dei Blur dove Damon Albarn sul ritornello cantava “when i feel heavy metal”. Ho pensato di tradurre tutto in un linguaggio più simile al mio mondo di appartenenza, e io quando ascolto il Wu-Tang vado fuori di testa. È partito tutto da un giro di basso che mi ha mandato Ford78, uno dei miei produttori storici, poi la produzione è stata terminata da Sine, altro mio collaboratore di lunga data. È molto significativo per me uscire dopo tanto tempo con una traccia fatta a sei mani con loro, che ci sono da sempre”

Coez, Wu-Tang, ascolta la canzone

Qui sotto potete ascoltare, in streaming, il brano inedito di Coez, Wu-Tang:

Coez, Wu-Tang, testo canzone

Sorry, ma’
Stavo nuotando fra gli squali, ma per arrivare qua
Ho una canzone nella testa, e la canzone fa: “Ra-ta-ta-ta”
Il paradiso non esiste, però l’inferno, cazzo, se ci sta
Non essere così triste per chi se ne va

Quando m’ascolto il Wu-Tang, mi sento un po’ come se
Sto andando fuori di testa, vuoi litigare?
Quando m’ascolto il Wu-Tang, mi sento un po’ come se
Sto andando fuori di testa, vuoi litigare?
Oh, eh, di tutto questo cuore ne ho pieni i coglioni
Ti sento dire: “Amore”, ma ti ricordi quando m’hai lasciato fuori?

(Uoh) Ra-ta-ta-ta
Quando m’hai lasciato fuori
(Uoh) Ra-ta-ta-ta
Quando m’hai lasciato fuo–

Burattini, vi vedo muovere e non vedo i fili
Sento parlare, ma non sento il feeling
E si può odiare per vari motivi senza essere cattivi
Oh, eh, e si può urlare per vari motivi, tipo sentirsi vivi
Oh, eh, ti vogliono tutti bene, basta che sorridi

Quando m’ascolto il Wu-Tang, mi sento un po’ come se
Sto andando fuori di testa, vuoi litigare?
Quando m’ascolto il Wu-Tang, mi sento un po’ come se
Sto andando fuori di testa, vuoi litigare?
Oh, eh, di tutto questo cuore ne ho pieni i coglioni
Ti sento dire: “Amore”, ma ti ricordi quando m’hai lasciato fuori?

(Uoh) Ra-ta-ta-ta
Quando m’hai lasciato fuori
(Uoh) Ra-ta-ta-ta
Quando m’hai lasciato fuo…