Takeoff è morto: il rapper, membro dei Migos, è stato ucciso in una sparatoria

Takeoff, il componente dei Migos, è stato ucciso in una sparatoria. Il cantante è morto all’età di 28 anni: ecco cosa è successo

Takeoff è morto dopo una sparatoria, nelle prime ore di martedì 1 novembre 2022, fuori da una pista da bowling a Houston. Il cantante aveva 28 anni ed è noto per essere un componente dei Migos.

Kirsnick Khari Ball, vero nome di Takeoff, faceva parte dei Migos insieme a Quavo e Offset. Un rappresentante dei membri di Migos, che non era autorizzato a parlare pubblicamente, ha confermato la morte all’Associated Press. Ecco cosa è successo, in base alle notizie e informazioni emerse.

La polizia ha risposto poco dopo le 2:30 dopo essere stati avvertiti di una sparatoria all’810 Billiards & Bowling, dove dozzine di persone si erano radunate fuori dalla pista da bowling del terzo piano. Gli agenti hanno scoperto un uomo morto quando sono arrivati. Le guardie di sicurezza che si trovavano nella zona hanno raccontato di aver sentito la sparatoria senza però essere in grado di poter capire chi era stato, probabilmente per il numero di persone presenti e la gran confusione legata alla festa di Halloween. Queste le dichiarazioni ufficiali di un portavoce della polizia. Altre due persone sono rimaste ferite e trasportate in ospedale con veicoli privati.

Al momento, nessuna persona è stata arrestata o fermata per l’omicidio di Takeoff. Era il componente più giovane dei Migos, il trio rap della periferia di Atlanta che comprendeva anche suo zio Quavo e il  cugino Offset. Hanno sfondato per la prima volta con il grande successo “Versace” nel 2013. La canzone è stata remixata da Drake, aumentando la sua popolarità.

I Migos hanno collaborato anche con Katy Perry nel brano “Bon appetit”. Hanno rilasciato molti altri singoli, tra cui “Fight Night” (2014), “Look at My Dab” (2015), “MotorSport” (con Nicki Minaj e Cardi B), “Stir Fry” (2018),  “Walk It Talk It”.  Sono stati spesso considerati uno dei gruppi rap più influenti della loro generazione, con Billboard che afferma che il gruppo “ha influenzato la cultura pop e l’intera lingua inglese portando le loro radici di Atlanta del nord (o “Nawf”) al mainstream”.