Quello che manca, Elisa feat. Rkomi: ascolta la canzone, ecco di cosa parla (testo)

Elisa e Rkomi, Quello che manca: testo e significato della canzone. Ecco di cosa parla il brano in uscita a mezzanotte del 10 febbraio 2022

Elisa e Rkomi hanno inciso un brano, intitolato Quello che manca, e disponibile da mezzanotte. E’ imminente il rilascio della collaborazione tra due volti del Festival di Sanremo 2022, questa volta insieme, in un featuring che sarà incluso nel nuovo progetto di Elisa, “Ritorno al futuro/Back to the future”, disponibile dal prossimo 18 febbraio.

Ci siamo conosciuti grazie a “Blu”, una canzone che è piaciuta talmente tanto che ne abbiamo fatto una seconda parte. La nostra collaborazione era destinata a non esaurirsi, le nostre anime e le nostre sensibilità erano destinate a rincrociarsi. “Quello che manca” è un nuovo episodio della nostra amicizia e della stima che proviamo l’uno per l’altro.

Quello che Manca, fuori domani a mezzanotte. ?❤️‍?

Queste le parole scelta da Elisa, via social, insieme ad uno scatto, per lanciare un pezzo promozionale del doppio disco che, ricordiamo, includerà brani in italiano e in inglese.

Elisa e Rkomi, Quello che manca, Significato canzone

Il brano è una dichiarazione nei confronto dell’altro, del bisogno di averlo vicino, della sua assenza che diventa qualcosa di fisico e mentale (“Sei quello che manca, tu, Sei quello che manca, tu, Sei quello che manca, Dentro di me”). Non avere vicino l’altro è qualcosa che si cerca -inutilmente- di nascondere (“E sei mancato come il sole in quella bufera, E ho messo a tacere voci in fondo all’anima”)

Elisa e Rkomi, Quello che manca, Ascolta la canzone

Elisa e Rkomi, Quello che manca, Testo canzone

Entro dolce, sa che mi sento a casa
Sa che me ne andrò dolce quando sarà finito
Il vero amore alla fine ti troverà più di quello che mi mancava
Alla fine ci troveranno

Ti restava addosso il profumo di quel mare
Piccole emozioni che non posso più scordare
Scivolano via, scivolano via
Come note, le note di una canzone (Na-na, na-na-na)

Mentre prendo fuoco, lei si chiama Agosto
Mi fa tossire il cuore e poi sanguinare gli occhi
Usiamo sedici muscoli per sorridere
Il triplo se ci arrabbiamo, mi dici perché sei tristе?
Trasparenti dita che mi tengono incollato
Calpеstando una parola dietro l’altra, ahia
Lavarsi nel buio, l’uno per l’altra
Sei quello che manca, mi dici perché sei triste?

Sei quello che manca, tu
Sei quello che manca, tu
Sei quello che manca
Dentro di me
Quello che manca, tu
Sei quello che manca, tu
Sei quello che manca
Dentro di me
Mhm, mhm
Mhm, mhm

Quando mi sale un nodo in gola, so che nome ha
Ma non so quando l’idea giusta mi accarezzerà
Io ti ho cercato dentro a quello che poi non c’era
E sei mancato come il sole in quella bufera
E ho messo a tacere voci in fondo all’anima
Io da sola con me stessa che Dio solo sa
Quanto male ho combattuto, quanto ho temuto
Di averti perso ancora prima di ritrovarti

[Ritornello: Elisa e Rkomi]
Sei quello che manca, tu
Sei quello che manca, tu
Sei quello che manca
Dentro di me
Quello che manca, tu
Sei quello che manca, tu
Sei quello che manca
Dentro di me

Sono le mani intrecciate nel buio
Treni veloci su un solo binario
Il vento in un soffio mi porta da te, mhm

Sei quello che manca, tu
Sei quello che manca, tu
Sei quello che manca
Dentro di me
Quello che manca, tu
Sei quello che manca, tu
Sei quello che manca
Dentro di me

Elisa a Sanremo 2022

Elisa è reduce dal Festival di Sanremo 2022 dove si è classificata al secondo posto, dietro Mahmood e Blanco, con la ballad “O forse sei tu”, apprezzata da critica e pubblico. Lei stessa, in conferenza stampa, aveva sottolineato la gioia del riscontro ottenuto:

Sono molto contenta di come sono stata accolta io e la canzone. Venire a Sanremo era il palco più importante dove portare la nuova musica, non per la gara. Non amavo 21 anni fa… Sono venuta per lo stesso motivo, questa volta rappresenta più una grande possibilità per il lavoro nuovo. Da due anni ero chiusa in studio, portare il pezzo su questo palco era la più bella partenza a cui potevamo pensare con questo progetto. Emotivamente è molto forte questa settimana. Ho pensato molto alla canzone, qual era la cosa migliore da fare. Dopo mesi di riflessioni lunghe ho accettato di partecipare a Sanremo.

Sulla canzone in gara e sul disco aveva dichiarato:

Il messaggio e il linguaggio che porta questa canzone sono senza tempo, sono classici. E’ abbastanza semplice, anche l’arrangiamento. Dentro al disco ci sono altri brani più contaminati e contemporanei. La melodia è un po’ fuori dal tempo, è stata una lunga gestazione. Ho scritto una parte di strofa e ritornello 4 anni fa, il resto della canzone è nato questo ultimo anno e il testo l’ho scritto insieme a Davide Petrella.