Parli Parli, Carl Brave feat. Elodie: testo e audio del nuovo singolo (video)

Carl Brave ed Elodie, Parli Pali: ecco il testo della canzone, significato, ascolta il nuovo singolo dall’album “Coraggio”

A distanza di due anni dal successo del precedente “Notti brave” (certificato Doppio Disco di Platino), Carl Brave torna in radio da oggi, venerdì 9 ottobre, con il suo secondo album di inediti dal titolo “Coraggio” (Island Records) e nello stesso giorno con un nuovo singolo “Parli parli” insieme a Elodie.

“Parli parli” è un brano suggestivo dove le due voci s’incontrano e dialogano in una ballad dalle atmosfere che omaggiano gli arrangiamenti dei grandi classici della canzone italiana e che rivivono, oggi, attraverso nuove sonorità urban.

Nel disco, invece, 17 tracce che segnano un nuovo capitolo dell’eclettico percorso musicale dell’artista e producer romano che ha saputo contaminare pop, cantautorato e rap in uno stile unico, originale e subito riconoscibile. Nel disco sono presenti anche 7 collaborazioni con Elodie, Mara Sattei, tha Supreme, Ketama, Gue Pequeno, Taxi B e Pretty Solero.

Qui l’audio, a seguire il testo della canzone. Cliccando su questo link, il video ufficiale.

 

[Ritornello: Elodie]
E tu parli, parli, parli
Alla cornetta in fretta
Come fosse un’interurbana
Hai solo un’ultima moneta da infilare
Poi mi lascerai da sola come una cretina
Questo cellulare maledetto ci divide
Ma ci fa anche avvicinare
Vicini non sappiamo stare

[Strofa 1: Carl Brave]
Vicini non sappiamo stare, sappiamo stare lontani
Come gatto e cane, montagna e mare, okay
Mi manchi come il pane, come il weekend
E non posso aspettare quindi ho bisogno di te
Ehi, di quella cosa che sai fare bene
Piovono processionarie, ehi
Tra i pini della capitalе noi facciamo slalom
E merci rare in una foto di una Kodak dell’82, еh eh
Hai bluffato ad incazzarti a bestia
Dai, ti prego, non fa’ la molesta
E lo sai bene che io sono testardo come il sole d’estate
Come una mosca impazzita che prende il vetro a testate
Che sono un pezzo di pane, ma indurito dal tempo
E mo è tardi, tardi, tardi per ricominciare
[Ritornello: Elodie & Carl Brave]
E tu parli, parli e parli
Alla cornetta in fretta
Come fosse un’interurbana
Hai solo un’ultima moneta da infilare
Poi mi lascerai da sola come una cretina
Questo cellulare maledetto ci divide (Maledetto)
Ma ci fa anche avvicinare
Vicini non sappiamo stare

[Strofa 2: Carl Brave]
Mi dici: “Hello, amore mio grande” (Ciao)
Sei così di coccio e poi così fragile
Ti tagli con la luce tra le serrande
Ripensi a tuo nonno, trattieni le lacrime
Fai colazione volante, poi ti metti al volante
Adelante, adelante, adelante
Pensi che hai scordato qualcosa, ma cosa? (Boh)
Fai mente locale, ti leggo il labiale
Farfugli nervosa, devi fare la spesa (Poi)
Parli spesso da sola
Odi le tende chiare perché entra il sole
E non ti fa mai dormire (Ahó)
Non fa’ la pesante, ti mando un bacio gigante
Eravamo perfetti, ma c’è mancato il collante
Ormai è tardi
E mo è tardi, tardi, tardi per ricominciare
[Ritornello: Elodie & Carl Brave]
E tu parli, parli e parli
Alla cornetta in fretta
Come fosse un’interurbana
Hai solo un’ultima moneta da infilare
Poi mi lascerai da sola come una cretina
Questo cellulare (Questo cellulare)
Maledetto ci divide (Maledetto)
Ma ci fa anche avvicinare
Vicini non sappiamo stare

I Video di Blogo

Ghost, Vivi e lascia vivere – Vivimix

Ultime notizie su Carl Brave

Tutto su Carl Brave →