Michael Stipe al lavoro sul suo primo album solista

Michael Stipe, il cantante ex leader dei R.E.M., pubblicherà il nuovo disco nel 2023: ecco le parole dell’artista e le anticipazioni

Michael Stipe ha parlato del suo primo album da solista, svelando l’uscita prevista per il 2023.  L’ex leader dei R.E.M. ha pubblicato il suo singolo di debutto, “Your Capricious Soul” nel 2019, seguito da “Future if Future” all’inizio di quest’anno. Parlando proprio del suo prossimo lavoro in studio, in una recente intervista con Departures, Stipe ha svelato le sue intenzioni:

“Sto collaborando con un gruppo di musicisti diversi, e tutte quelle canzoni, se riesco a modo mio – cosa che penso lo farò perché sto pagando per questo – saranno molto diverse fra loro”

Michael Stipe ha poi aggiunto, entrando nei dettagli:

“Non ho una gestione. Non ho etichetta. Per la prima volta nella mia vita adulta, non ho un contratto con nessuno tranne me stesso. Quindi posso fare quello che voglio. Prevedendo che l’album “dovrebbe uscire l’anno prossimo, ci sarà una rappresentazione visiva per ciascuna delle canzoni. … spero di costruirlo lentamente”

Alla domanda se avesse mai preso in considerazione l’idea di lasciare la musica, Stipe ha detto:

“Quando la band si è sciolta, non potevo immaginare di continuare con la musica, e ci sono voluti cinque anni prima che potessi tornare all’idea”.

È tornato nel 2018 con una collaborazione con il duo electroclash Fischerspooner nel loro album, Sir.

“Sono ancora sbalordito da quanto fosse buono il materiale con cui abbiamo lavorato su quel disco. E ha stabilito un rapporto di lavoro di lunga data con me e il produttore Andy LeMaster, il che è davvero importante”.

Ma per il cantante, i progetti futuri legati al 2023 non si limitano al disco solista in programma. Stipe ha anche affermato che il 2023 includerà un nuovo libro, una mostra d’arte e un progetto che prevedeva di lavorare con “molti ballerini”.

“Sto facendo qualcosa di cui sono completamente terrorizzato e non sono sicuro di esserne capace”, ha osservato. “In realtà, so di non essere capace, ma ho iniziato a dipingere.”