Mare malinconia, Franco 126 e Loredana Bertè: testo, video, significato della canzone

Mare malinconia: testo, video ufficiale, significato, audio della nuova canzone di Franco 126 e Loredana Bertè

Porta per titolo, ‘Mare Malinconia’, il nuovo singolo di Franco 126 e Loredana Bertè, prodotto da Bomba Dischi / Universal ed uscito, oggi venerdì 10 giugno 2022 in radio e su tutte le piattaforme digitali.

Mare malinconia, Franco 126 e Loredana Bertè: significato

Ho coronato il sogno di cantare una mia canzone con Loredana Bertè.

Bello lavorare con un autore come @franchino126 un vero artista.

Mare malinconia, Franco 126 e Loredana Bertè: video

Cliccate sulla foto, in basso, per vedere il video ufficiale della canzone.

Franco 126 e Loredana Bertè

Mare malinconia, Franco 126 e Loredana Bertè: testo

Ecco il testo di ‘Mare malinconia’:

Nata sotto una cattiva stella
sotto un cielo di lampi e tempesta
Mille diavoli
si rincorrevano per la città
figlia di un amore morto in fretta
di una bugia,
di una promessa infranta
di una fiamma fredda
che brillava nell’oscurità
dietro i tuoi occhi un segreto
perso tra pezzi di vetro

E portavano a te
quelle impronte
lasciate sopra il bagnasciuga
e portavano a te
che ballavi su un tavolo sotto la luna
vestita di ombre, di onde, di schiuma
una regina di periferia
un soffio di sabbia
e di vento ti si porta via
mare malinconia
mare malinconia

Ma da Lecce c’è della sfortuna
sola come un anima perduta
nelle strade piene di turisti
e di risse nei bar
figlia di una lacrima che brucia
della polvere e della paura
innamorata dei fiori,
del vino e della libertà
dietro i tuoi occhi un segreto
perso tra pezzi di vetro

E portavano a te
quelle impronte lasciate
sopra il bagnasciuga
e portavano a te
che ballavi su un tavolo
sotto la luna
vestita di ombre,
di onde e di schiuma
una regina di periferia
un soffio di sabbia e
di vento ti si porta via
mare malinconia
mare malinconia

Ti hanno vista che correvi
verso la scogliera
la più alta della baia
a picco sopra il blu
e si dice che piove forte e che sorridevi
prima di diventare vento
e non tornare più

E portavano a te
quelle impronte lasciate
sopra il bagnasciuga
e portavano a te
che ballavi su un tavolo sotto la luna
vestita di ombre,
di onde e di schiuma
una regina di periferia
un soffio di sabbia
e di vento ti si porta via
mare malinconia
mare malinconia

E portavano a te
e portavano a te
mare malinconia.