Famoso, Sfera Ebbasta: il film in streaming su Prime Video da mezzanotte

Sfera Ebbasta, Famoso il film su Prime Video dal 27 ottobre 2020: la trama, anticipazioni, dichiarazioni conferenza stampa

A partire da mezzanotte sarà disponibile su Prime Video, Famoso-Il film, la storia di come due ragazzini (Sfera Ebbasta e Charlie Charles) siano passati dal sognare di cambiare la musica dentro un McDonald’s, a riuscire cambiarla davvero. Diretto da Pepsy Romanoff per Except e prodotto da Island Records / Universal Music Italia,Famoso, racconta la genesi del Re della trap ed è anche un modo per assistere, da una prospettiva del tutto privilegiata, alla lavorazione del nuovo album, Famoso, in uscita in tutto il mondo il prossimo 20 novembre. Oltre al personaggio, per la prima volta gli amici di una vita e i parenti ci raccontano la persona e i sacrifici fatti per passare dalle case popolari all’essere popolare, per diventare Sfera Ebbasta.

Sfera, nella pellicola, racconta anche di non essere mai entrato nel forum di Assago fino alla sera in cui ci ha suonato per la prima volta. Proprio dal forum che all’epoca fu il segno di un successo nazionale, partirà con due speciali concerti anteprime il 13 e 14 settembre 2021,il suo nuovo tour live che toccherà le principali città del paese. Il tour prodotto da TridentMusic,in collaborazione con Thaurus, sarà una ulteriore occasione per alzare l’asticella in termini di innovazione e mantenere uno standar mondiale come tutto quello che riguarda l’artista. Le date sono state programmate a settembre, periodo in cui sia ragionevolmente prevedibile una ripresa della normalità dei concerti e TridentMusic, per la prima volta,si impegna a garantire il rimborso dei biglietti acquistati in caso i concerti dovessero essere ulteriormente rinviati per l’emergenza coronavirus.

Famoso, Sfera Ebbasta, di cosa parla il film

FAMOSO, diretto da Pepsy Romanoff, co –prodotto da Maurizio Vassallo per Except (già alle prese con numerose produzioni musicali, tra cui la regia del concerto-evento di Vasco Rossi a Modena Park)e prodotto da Island Records / Universal Music Italia,è la storia di Sfera Ebbasta, dalla periferia di Milano a star riconosciuta e stimata in tutto il mondo; la genesi del Re della trap ma soprattutto dell’artista italiano di maggiore successo negli ultimi 20 anni. Oggi, a quasi tre anni dal suo ultimo album che mandò per la prima volta sette brani di un artista italiano nella classifica delle top 200 global di Spotify, vanta 4.7 milioni di ascoltatori mensili su Spotifye ha raccolto oltre 1.7 bilioni di stream complessivi. Il film è anche l’occasione per assistere in anteprima, favoriti da una prospettiva del tutto privilegiata, alla lavorazione del nuovo album di Sfera Ebbasta; il film ci porta con lui in studio, nel cuore del processo creativo di uno dei progetti più internazionali della storia della musica italiana. A queste immagini si alternano filmati inediti della carriera di Sfera Ebbasta dagli inizi a Cinisello nel2014 ad oggi.

Raccontato in prima persona con l’ausilio delle voci della sua gente, in FAMOSO sono presenti i collaboratori più stretti, le persone con cui è cresciuto condividendo un percorso che non ha precedenti. Da sua mamma, a Charlie Charles, da Shablo ai diversi produttori, l’incredibile storia di un gruppo di ragazzi che voleva cambiare la musica e che in pochi anni l’ha cambiata davvero. Per la prima volta queste testimonianze ci restituiscono un ritratto della persona, del ragazzo, che dalla periferia milanese è arrivato ai vertici di tutte le classifiche del paese e che oggi è il principale riferimento per la nuova scena musicale italiana all’estero.

Famoso, il film – Le dichiarazioni della conferenza stampa

Pablo Shablo ha dichiarato: “Il film è un progetto parallelo che racconta la storia di Sfera e il making of del disco. Volevo ringraziare Universal, Jacopo Pesce che hanno creduto in me nel progetto. Sono storie molto belle, c’è un gruppo molto unito che ha creduto e seguito Sfera lasciando il proprio lavoro quando Sfera Ebbasta non era ancora una certezza. Dalla mamma di Sfera a tutti questi ragazzi. Noi li abbiamo contattati con Marracash, Sfera non ci credeva quasi. Erano onorati di lavorare con me e Marracash, ma mantenendo le loro idee chiare. E’ quello che, ad oggi, fa la differenza: avere lucidità e testa che li caratterizzata dagli altri artisti”

Charlie Charles conferma: “Ci abbiamo messo determinazione, da quel giorno al McDonald abbiamo deciso di mettere sempre più un tassello. Il nostro progetto è internazionale e stiamo cercando di costruire arrivando lì”

Il regista Pepsi Romanoff sottolinea la passione e dedizione, evidente anche nel film: “Quello che pensavo è che la musica di Sfera può piacerti o no, ma questa è una gran bella storia che ti insegna qualcosa in un periodo dove valori ce ne sono pochi. Buttare nel combustibile nel senso positivo, creare, far creare qualcosa. Questa storia aveva un preludio molto semplice: ho incontrato Sfera nel 2014 e una serie di cose si sono legate in maniera semplice e naturale, insieme anche a Jacopo Pesce. E’ un progetto dove racconta in maniera netta gli ultimi due anni ma sprazzi del passato dove si capisce che Sfera è un grandissimo professionista, molto diligente. Sono felice di aver raccontato la prima tappa di un grande percorso. E’ il primo mattone di una serie di percorsi che verranno fatti sulla vita di Sfera”.

Maurizio Salvadori parla della pellicola e del ritorno ai live “Oggi credo di non avere molto da dire, oggi si parla di questo film, di questa operazione straordinaria. Quello che posso dire è che sono l’ultimo arrivato in questo gruppo di lavoro sorprendente. In particolare, da un punto di vista di professionalità, superiore a quella che mi aspettavo. In una situazione del genere non si potrà pensare ad uno spettacolo tradizionale. Ho avuto modo di incontrare Sfera, ho trovato un ragazzo con idee molto chiare. Gli artisti danno input e sta a noi riuscire a renderli realizzati. In questo momento stiamo lavorando a formare un gruppo di lavoro che supporti Sfera su questa strada. Il progetto sta prendendo forma e sarà rivoluzionario rispetto ai concerti visti fino ad ora. Credo che non ci sia strada diversa oltre a questa, bisogna adeguarsi a questo mondo. Il live sarà qualcosa all’altezza di quello fatto fino ad ora.  Abbiamo pensato se annunciare dei concerti nei momenti che stiamo vivendo ora. Abbiamo deciso di seguire la strada abituale: esce il disco e annunci i concerti. Dal giorno 4 saranno in vendita i primi due Forum. Poi annunceremo le altre date. Credo che questo possa essere anche un messaggio di speranza. Non possiamo chiuderci dentro le chiusure che stiamo tutti sopportando. I concerti sono programmati per il prossimo settembre, sulla ragionevole certezza che, per quella data, torni tutto alla normalità. Per evitare equivoci, se addirittura a settembre saremo ancora in emergenza, a semplice richiesta verranno rimborsati i biglietti con prevendita compresa. Ma è una ipotesi che a me sembra lontana. E’ una ragionevole previsione: passa dall’arrivo di un vaccino che è previsto nei prossimi mesi e queste tempistiche sono stato ipotizzate con vari Ministeri. Quello che sto dicendo può essere contestato anche perché fino ad ora non ho trovato due esperti che hanno detto la stessa cosa. E’ vero che gli artisti internazionali stanno prevedendo dei tour  per la fine dell’anno in corso così come è vero che ci sono dei Festival estivi già in vendita. Se a settembre fossimo in questa situazione di oggi sarebbe davvero grave. Per come la vedo io è anche un messaggio di speranza e ottimismo del quale tutti hanno necessità.

 

I Video di Soundsblog

Ultime notizie su Sfera Ebbasta

Tutto su Sfera Ebbasta →