Che fine ha fatto “Donda”, l’album di Kanye West?

Donda, il nuovo album di Kanye West, era atteso per venerdì 23 luglio 2021. Eppure non si trova in streaming o download. Che fine ha fatto?

Tutto era pronto per quello che doveva essere il gran ritorno di Kanye West. Un evento tenutosi al Mercedes Benz Stadium di Atlanta, giovedì scorso e l’uscita del disco “Donda” a partire dal giorno seguente, venerdì 23 luglio. Il nome dell’album era stato scelto come omaggio alla madre del rapper, Donda West, morta all’età di 58 anni in seguito a complicazioni di chirurgia plastica nel 2007. E invece… il disco non è uscito.

Perché? Secondo alcune indiscrezioni Kanye West avrebbe rimandato l’uscita del disco – annunciato per la prima volta a luglio 2020 – di due o più settimane. E c’è chi assicura che West ora viva al Mercedes-Benz Stadium per cercare di finire il disco. A svelare questo rumor è stato il ben informato sito Tmz che racconta:

Kanye e il team hanno creato uno spazio studio, con alloggi e c’è persino uno chef per preparare i suoi pasti all’interno del Mercedes Benz Stadium di Atlanta

Secondo quanto raccontato, inoltre, Kanye West si sarebbe presentato con quasi due ore di ritardo alla festa di ascolto in livestream di giovedì ed è stato ampiamente sottolineato come non abbiamo minimamente parlato o interagito con il pubblico, mentre era sul palco.

Kanye West, l’evento al Mercedes Benz Stadium di Atlanta e le polemiche per i prezzi

Oltre alle indiscrezioni legate al ritardo del disco e al comportamento di Kanye West durante il live, a far chiacchierare e discutere i fan sono stati anche i prezzi riportati legato alla foto di un menù. La scritta includeva mais bollito senza glutine per 35 dollari, un cesto assortito di patatine e carne secca per 65 dollari, pollo per $ 50, biscotti per $ 45 e un hot dog di manzo per $ 40.

A quel punto, quanto l’immagine ha iniziato a circolare sul web, non sono mancate polemiche feroci e critiche per il costo elevato del cibo.

Questa non è la prima volta che il rapper di 44 anni ha affrontato critiche per i prezzi elevati del cibo.

Durante uno spettacolo gratuito del 2019 a Baton Rouge, in Louisiana, è stato servito un piatto,”Brunchella“, col prezzo di 55 dollari. I fan hanno chiesto con rabbia i rimborsi dopo che una foto del piatto, che conteneva due piccoli pancake, alcuni miseri pezzi di pancetta e un tortino di salsiccia, è diventata virale. Ai tempi, però il ristoratore dell’evento si è assunse la piena responsabilità.