Concerto a Barcellona con 5000 persone, i risultati? “Non ci sono segnali evidenti di infezioni da coronavirus”

Concerto a Barcellona, il 27 marzo 2021 si sono presentate 5000 persone ad un evento live. Ecco, un mese dopo, i risultati della ricerca

Era il 27 marzo scorso quando, a Barcellona, è stato organizzato un concerto con 5000 persone presenti. Ve ne avevamo parlato anche noi, ricordate?

Il concerto, che ha visto la rock band spagnola Love of Lesbian suonare all’arena del Palau Sant Jordi, si dice che sia il più grande concerto in Europa dall’inizio della pandemia. Tutti coloro che hanno partecipato all’evento, che è andato avanti con il permesso delle autorità sanitarie in Spagna, sono stati testati prima del concerto in tre località sparse a Barcellona, ​​con tre delle prime 2.400 persone testate che sono tornate con risultati positivi e non hanno assistito allo spettacolo della sera.

A distanza di un mese dallo svolgimento dell’evento live, sono stati ufficializzati i risultati di questa ricerca che ha portato dati ben oltre il rassicurante.

Non ci sono segnali” di infezioni da coronavirus. Questo il commento degli organizzatori, annunciato oggi. Anche se i partecipanti hanno ballato senza rispettare la distanza tra l’uno e l’altro, hanno dovuto indossare la mascherina ma finora “non vi è alcun segno che suggerisca che una trasmissione sia avvenuta all’interno dell’evento“, ha annunciato Josep Maria Llibre, medico, in conferenza stampa.

Tra le misure applicate dagli organizzatori c’era che tutti i partecipanti fossero sottoposti a un test antigene prima dell’evento, oltre a indossare maschere FFP2 durante lo show. Secondo il medico i casi positivi sono stati solo sei, a quindici giorni dal concerto e gli organizzatori sono certi che “in quattro di questi casi la trasmissione non è avvenuta durante il concerto”.

“Con una ventilazione ottimizzata, lo screening dell’antigene (strategia per rilevare le malattie) e l’uso di maschere, è possibile garantire uno spazio sicuro”, ha aggiunto il medico.

Il concerto Love of Lesbian, uno dei principali gruppi della scena musicale spagnola, è stato promosso con l’obiettivo di dimostrare che i concerti possono essere compatibili con la pandemia. Jaume Collboni, vicesindaco del territorio, ha commentato così:

“Credo che, ancora una volta, Barcellona e la cultura di Barcellona siano in prima linea in una situazione nuova, che consiste nel preservare l’attività culturale con tutte le garanzie di salute”

Angels Ponsa, responsabile della cultura nel governo catalano, ha detto che “il mondo ci ha guardato, molte persone ci hanno chiesto come avevamo fatto. Il lavoro di collaborazione è stato la chiave”.

I Video di Soundsblog