Bais: “Spero di riuscire ad esprimermi al massimo e a far percepire al pubblico l’essenza della mia musica” (Video)

L’intervista di Soundsblog a Bais, in gara a Sanremo Giovani 2021, in onda su Rai 1 il 15 dicembre, con la canzone Che fine mi fai.

Il 15 dicembre 2021, in prima serata su Rai 1, andrà in onda la nuova edizione di Sanremo Giovani. Tra i 12 artisti in gara, ci sarà anche Bais.

Luca Zambelli Bais, questo, il nome completo del cantante 28enne proveniente da Bassano del Grappa, si esibirà con la canzone Che fine mi fai.

Nell’intervista concessa a noi di Soundsblog, Bais ha parlato del suo brano e della sua personalità artistica.

Bais: le dichiarazioni

Cosa ci puoi dire riguardo la tua canzone, Che fine mi fai?

La mia canzone parla della paura che si prova quando ci si ritrova di fronte ad un rapporto che ha preso una piega incontrollabile, che sta andando alla deriva, e, quindi, anche dell’incertezza, se andrà a finire bene o male… Mi piace molto lasciare un alone di incertezza nella mia musica perché è quello che mi piace riscontrare anche nella vita di tutti i giorni, non una definizione ma l’opposto ossia la possibilità di interpretare come si vuole.

Ti sei definito “malinconico ma sereno”, due stati d’animo apparentemente un po’ in contrasto tra loro. Questo tuo modo di essere si riflette nella tua musica?

Si riflette molto. È una cosa naturale, di sicuro non mi sforzo ad essere malinconico però è una presa di coscienza e prendo la mia malinconia con molta serenità e leggerezza, ci convivo molto bene. Mi è molto di ispirazione.

Per chi non ti conoscesse dal punto di vista musicale, a quali artisti ti ispiri e come ti descriveresti?

Mi ispiro a moltissima musica, disparata, dal cantautorato italiano di Dalla, Battisti, Battiato fino alla musica internazionale più recente come Mac DeMarco, Blood Orange, King Krule… Non saprei riassumere troppo, però diciamo che ascolto molta musica diversa.

Che clima si è instaurato tra voi cantanti in gara? Ho notato fin da subito un bel clima…

Sì, c’è un clima molto leggero e sereno tra noi, io non conoscevo di persona nessuno degli altri ragazzi però sì, siamo tutti sereni e felici…

Chi vince Sanremo Giovani va direttamente nella categoria Big e gareggerà con grandi nomi della musica. È un pensiero che aleggia nella tua mente, ogni tanto, o cerchi solo di goderti il momento?

Ci penso, ovviamente, ci penso da poco, da quando ho saputo di essere entrato nei 12 di Sanremo Giovani. È un pensiero molto positivo che mi dà molta energia. Ovviamente “non succede ma se succede”… Sarebbe un sogno.

A prescindere da come andrà, quali sono le speranze che riponi in questa partecipazione di Sanremo Giovani?

Spero di riuscire ad esprimermi al massimo e a far percepire al pubblico l’essenza della mia musica. Poi, tutto il resto è una conseguenza, a me basta essere felice della mia esibizione.