Jack White: no, grazie. Non canto sul disco di Slash

Mentre si riducono i tempi di attesa per il nuovo album solista Slash & Friends, si allarga la lista delle partecipazioni. Dopo Iggy Pop, Nick Oliveri, Ronnie Wood, Flea, Jason Bonham, Fergie e Adam Levine dei Maroon 5, si aggiunge anche il redivivo Alice Cooper. Ancora dubbia, invece, la presenza di Jack White. Nei giorni

Mentre si riducono i tempi di attesa per il nuovo album solista Slash & Friends, si allarga la lista delle partecipazioni. Dopo Iggy Pop, Nick Oliveri, Ronnie Wood, Flea, Jason Bonham, Fergie e Adam Levine dei Maroon 5, si aggiunge anche il redivivo Alice Cooper.

Ancora dubbia, invece, la presenza di Jack White. Nei giorni scorsi Slash aveva dichiarato la sua stima e il suo desiderio di lavorare con il leader dei Dead Weather e metà dei White Stripes, che però ha in parte declinato l’offerta. Slash ha dichiarato: “Avrei voluto che Jack White cantasse qualcosa sul disco, ma si è rifiutato. Mi ha detto: ‘Suonerò la batteria, la chitarra, ma non voglio cantare’. Lui è uno di quelli con cui più vorrei collaborare, tra coloro che sono riuscito a contattare”.

Intanto White, che è anche il proprietario della Third Man Records, pubblicherà il prossimo 7 novembre, un 7 pollici di “A Glorious Dawn”, mix realizzato da John Boswell con le voci degli scienziati Carl Sagan e Stephen Hawking filtrati con l’autotune. Inoltre, sempre la Third Man Records licenzierà un’edizione speciale chiamata “Cosmos Colored Vinyl” contenente il “Voyager Golden Record”: il disco inviato nello spazio nel ’77 con alcuni suoni e brani storici come “Johnny B. Goode” e “Dark Was the Night”. Dopo il salto, il brano di Boswell.

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →