Alice In Chains: "Black Gives Way To Blue", l'album senza Layne

aicscheda

Presentazione: Dopo quattordici anni dall'ultimo album in studio e dopo aver scritto pagine importanti della storia della musica, gli Alice In Chains tornano con un disco molto chiacchierato.

Giudizio complessivo: Si può recensire "Black Gives Way To Blue" senza fare riferimento al fatto che continuare l'avventura con gli Alice In Chains senza Layne Staley sia a dir poco scandaloso? Forse no, ma ci proviamo lo stesso. Il nuovo singer William DuVall, pur avendo un centesimo del carisma, si impegna veramente tanto nell' imitazione (perchè di questo si tratta) di Layne e bisogna ammettere che in alcuni passaggi si fa fatica a trovare qualche differenza. Sul lato prettamente musicale Jerry Cantrell ci mette del suo come sempre, i riff e le atmosfere che riesce a creare sono riconoscibili fin da subito (il tutto opportunamente modernizzato). Quello che manca però sono le canzoni: i testi prima di tutto non sono all'altezza del passato e poi si ha la sensazione di stare ascoltando qualcosa che suona in un certo modo esclusivamente perchè deve suonare in quel determinato modo, senza avere realmente qualcosa di interessante e/o originale da proporre. Alcuni brani che spiccano ci sono, come ad esempio "Check My Brain" trainato da un riff memorabile (il ritornello forse troppo "solare"), "Acid Bubble" e l'acustica "When The Sun Rose Again". Rimane comunque una discreta rivisitazione (piuttosto piacevole, se vogliamo) di un genere di cui oggi onestamente si sente la mancanza, almeno a livello mainstream. Come si dice in questi casi... "poteva andare molto peggio".

Lista tracce - Voto:

All Secrets Known - 6
Check My Brain - 7
Last Of My Kind - 6
Your Decision - 7
A Looking In View - 7
When The Sun Rose Again - 8 (Miglior Traccia)

Acid Bubble - 7
Lesson Learned - 5 (Peggior Traccia)
Take Her Out - 6
Private Hell - 6
Black Gives Way To Blue - 6

Voto complessivo: 6,45

  • shares
  • Mail