Sanremo 2009: Marco Masini contro tutti


Sanremo 2009: nuovo caso. Dopo l’annuncio dei partecipanti e i discutibili metodi di selezione, dopo Povia e l'exploit di Sgarbi…dopo tutto ciò non ne avete ancora abbastanza delle polemiche attorno al Festival numero 59? Eccovi allora servito un nuovo capitolo della saga: la canzone-invettiva di Marco Masini.

Il cantante toscano salirà sul palco dell’Ariston per cantare il brano “L’Italia”, e in un pezzo pubblicato su Repubblica in edicola oggi svela gli argomenti che tratterà e la sua personale visione del Paese. Leggete questi estratti riportati anche da Rockol:

“Vedo succedere certe cose e mi viene voglia di denunciarle. Non voglio sostituirmi ai cantautori storici, io canto perché sembra che sfogandomi do il meglio di me. Non è questo che deve fare l'artista? In fondo ho sempre scritto quello che vivevo nel momento in cui lo scrivevo"


Masini ne ha un po’ per tutti, il pezzo sarà un vero e proprio sfogo in musica e tratterà fatti di attualità, di cronaca, di politica, perfino di religione. E’ stato svelato anche qualche verso del testo. Sono belli pesantini, specie per il contesto da cui saranno lanciati:

“E' un paese, l'Italia, che c'ha rotto i coglioni"

"E' un paese, l'Italia, dove tutto va male. Lo diceva mio nonno che era meridionale, lo pensavano in tanti, comunisti presunti".

Parolacce in Eurovisione tra i fiori e lustrini di Sanremo…inizia il conto alla rovescia, quanto ci vorrà prima che arrivino -inevitabili- le polemiche e denunce del Moige, secondo voi?

Marco Masini continua sulla scia della provocazione, vi ricordate i precedenti “Vaffanculo” e “Bella stronza”?? Anche quelli fecero scalpore, anni fa...

  • shares
  • Mail