Anche Ladyhawke alle prese con Womanizer

C’è poco da dire ormai: la cover di Womanizer è diventato più o meno un genere. Dopo Lily Allen e gli All-American Rejects stavolta a confrontarsi con il brano che ha sancito il ritorno in pompa magna di Britney Spears è Ladyhawke.La musicista neozelandese, al secolo Phillipa “Pip” Brown, è una delle future regine dell’elettro-pop

C’è poco da dire ormai: la cover di Womanizer è diventato più o meno un genere. Dopo Lily Allen e gli All-American Rejects stavolta a confrontarsi con il brano che ha sancito il ritorno in pompa magna di Britney Spears è Ladyhawke.

La musicista neozelandese, al secolo Phillipa “Pip” Brown, è una delle future regine dell’elettro-pop mondiale che si è fatta conoscere con il suo Paris is Burning. L’occasione per mettere le mani sul successo di Britney è stata la presenza al programma della BBC Radio 1 Live Lounge. Per ascoltare il brano fate un salto dopo il link. A me piace perché non è pretenziosa e strafottente. Voi cosa ne pensate?