Amici 2020, Skioffi, Parlerò di te: testo e audio dell'inedito

Ascolta Skioffi con l'inedito Parlerò di te interpretato ad Amici 2020

Skioffi ha cantato il suo inedito "Parlerò di te" durante la puntata di sabato 25 gennaio 2020.

Non è la prima volta per il cantante di Amici 19 che, però, di fronte alla richiesta di un inedito da parte di Rudy Zerbi, ha optato per questo pezzo.

Qui sopra l'esibizione video, a seguire il testo della canzone.

Skioffi, Parlerò di te, Testo

Ho parlato un po' di te, con amici ed un caffè
Che mi fa restare sveglio
Ho parlato ad alta voce, sotto questo cornicione
Con la pioggia dell'inverno
Ho parlato di un castello, nelle valli dell'inferno
Dove ci passo le notti
Ho parlato un po' di te, alla luce che non c'è
Quando mi vedrai nascosto ancora
Parlerò di te, io parlerò di te
Quando questa città dorme, e mi sento meno forte
Sai che parlerò di te, parlerò di te
Per un milione di volte, finché tornerà la notte
E sai che parlerò di te
Il tempo ci abbraccia e vola, come alle gite della scuola
E resta li a fare i capricci
Ma lamentarsi a cosa serve, che tra la pioggia indifferente
Basta poco per coprirsi
Ho parlato un po' di te, ad un uomo senza casa
Senza cibo ne speranza
Ho parlato un po' di te, alla luce che non c'è
Quando mi vedrai nascosto ancora
Parlerò di te, io parlerò di te
Quando questa città dorme, e mi sento meno forte
Sai che parlerò di te, parlerò di te
Per un milione di volte, finché tornerà la notte
E sai che parlerò di te, io parlerò di te
Quando il mondo fa le smorfie, e mi fotterà la sorte
Sai che parlerò di te, io parlerò di te
Per un milione di volte, finché tornerà la notte
Sai che parlerò di te
Assolo
Parlerò di te, io parlerò di te
Quando questa città dorme, e mi sento meno forte
Sai che parlerò di te, parlerò di te
Per un milione di volte, finché tornerà la notte
E sai che parlerò di te
Quando il mondo fa le smorfie, e mi fotterà la sorte
Sai che parlerò di te, io parlerò di te
Per un milione di volte, finché tornerà la notte
Sai che parlerò di te
Ah, si putesse dicere
Chell' c'o core dice
Quant' sarria felice
Si t' o sapesse di'
E si putesse sentere
Chell' che 'o core sente
Dicisse eternamente
Voglio resta' cu te'
Ma 'o core sape scrivere?
'O core e' analfabeta
E' comm' a nu' pueta
Ca nun sape canta'
Se 'mbrogia sposta e vvirgole
Nu punto ammirativo
Mette nu' cungiuntivo
Addo nun 'nce adda sta'
E tu che o staje a sentere
Te 'mbruoglie appriesso a isso
Comme succede spisso
E addio felicità

  • shares
  • Mail