Carl Brave, Che poi: nel video del nuovo singolo c'è anche Carlo Verdone

Nel video di Che Poi, c'è anche Carlo Verdone: ascolta il nuovo singolo di Carl Brave

Carl Brave è tornato in digitale con “Che poi” (Island Records), brano inedito che anticipa il suo prossimo progetto discografico.

Un ritorno atteso quello dell’artista producer romano, che in breve tempo è riuscito ad appassionare pubblico e critica con canzoni diventate manifesti per le nuove generazioni (ma non solo), e che arriva dopo il travolgente successo del precedente “Notti brave”, album certificato Disco di Platino, “Polaroid”, Doppio Platino, e ben 9 Platini, 4 Dischi d’Oro e milioni di visualizzazioni per i suoi singoli brani.

“Che poi” è scritta e prodotta dallo stesso Carl Brave:

una traccia che conquista fin dalle prime note con un beat travolgente e un riff di chitarra ossessivo che corre veloce tra le strade della sua Roma e accompagna idealmente già fuori dall’inverno.

L’uscita della canzone prevede anche un video-cortometraggio che si preannuncia un vero e proprio cult per la straordinaria partecipazione di Carlo Verdone. Girato nei leggendari studi di Cinecittà e diretto da Fabrizio Conte, il video mostra i due “Re di Roma” giocare tra citazioni cinematografiche e scenografie ‘epiche’.

Potete recuperarlo cliccando in apertura post.

A seguire il testo della canzone

Carl Brave, Che poi, Testo

Come va?
caffè e latte e cornettino crema
la mattina sempre nello stesso bar
e non metti manco la catena
rubi una 7 Up
guarda là
che si gira tutta Roma quando passi
col tuo pantalone bianco all'Ara Pacis
per educazione do un colpetto di clacson e ti guardo
Che poi con te è tutto un flirtare
tanto non concludi mai
t'ho preso due o tre girasoli per farmi perdonare
e dai

La mia felpa fluo-uo nei tuoi occhi blu
eravamo un duo-uo ma ora non lo siamo più
sotto casa che ti faccio mille poste
butti giù dalla finestra foto nostre
io le acchiappo e grido eh oh eh oh oh eh oh eh oh

Una media per me (due)
una birra fai due (tre)
una media per lei (due)
una birra fai due (tre)
una media per me (due)
una birra fai due (tre)
una media per lei (due)
una birra fai due

Tua madre fuma MS rosse
sorride bella c'ha i colpi di tosse, colpi di sole
biondo platino che va di moda tra le signore
tu sei il mio sangue, sei i miei capillari
se una vecchia storia che sa di Campari
sulla sedia le giacche si abbracciano
piante grasse ingrassano, due vite non ci bastano

Da amici a fratelli siamesi, siamesi
e poi sei sparita per mesi, per mesi
e mo' non capisco perché tra noi solo chilometri di pareti
eh oh eh oh oh eh oh eh oh
vorrei stare incastrati come gli origami
eh oh eh oh oh eh oh eh oh
e star lontani come sta' ai domiciliai

La mia felpa fluo-uo nei tuoi occhi blu
eravamo un duo-uo ma ora non lo siamo più
sotto casa che ti faccio mille poste
butti giù dalla finestra foto nostre
io le acchiappo e grido eh oh eh oh oh eh oh eh oh
eh oh eh oh oh eh oh eh oh
eh oh eh oh oh eh oh eh oh
eh oh eh oh oh eh oh eh oh
eh oh eh oh oh eh oh eh oh
eh oh eh oh oh eh oh eh oh
eh oh eh oh oh eh oh eh oh

Una media per me (due)
una birra fai due (tre)
una media per lei (due)
una birra fai due (tre)
una media per me (due)
una birra fai due (tre)
una media per lei (due)
una birra fai due (tre)

  • shares
  • Mail