Sanremo 2020, Malgioglio difende Rita Pavone: "Artista di serie A". Su Elettra Lamborghini invece...

Le opinioni di Cristiano Maglioglio sul cast dei cantanti di Sanremo 2020

Cristiano Malgioglio è stato contatto da Adnkronos e ha commentato i 24 cantanti Big in gara al Festival di Sanremo 2020, scelti e ufficializzati da Amadeus durante la serata de "I soliti ignoti". Il cantautore ha subito preso le difese della collega, Rita Pavone, al centro di polemiche dopo la sua partecipazione in gara.

"Le ho fatto le mie congratulazioni e lei ha detto che va a Sanremo con una bellissima canzone e che delle critiche non gliene frega niente anzi, la fanno solo sorridere. Quello che le interessa invece e’ salire sul palco dell’Ariston e presentare il suo brano (...) A me non interessa nulla del partito a cui appartiene la Pavone. Rita è un’artista di serie A e nel nostro paese una cantante così ne nasce una ogni cento anni: cantante, ballerina e attrice. Una volta ho chiamato Rita per cantare con lei un duetto tremavo come una foglia dall’emozione"

Sul cast, prosegue:

Le uniche star tra i giovani che ho visto, parlo degli uomini, sono Achille Lauro e Riki, gli altri, con tutto il rispetto sembrano impiegati del catasto. Tra i titoli dei brani che hanno annunciato ce ne sono appena quatto o cinque che mi hanno colpito tra cui quello delle Vibrazioni e di Michele Zarrillo. Mi piace molto anche il titolo della canzone dedicata alla madre di Giordana Angi

Infine una critica al titolo del brano portato in gara da Elettra Lamborghini (Musica e il resto scompare) senza mancare di ironia:

Quello della canzone della Lamborghini. Le avrei scritto io un brano ma non so se sa cantare, sa cantare? Per cantare non bisogna avere le natiche di fuori ma il talento, la Pavone non ha mai avuto le natiche di fuori’

  • shares
  • Mail