Junior Cally, il cantante mascherato a Sanremo 2020: ecco chi è

Junior Cally, ecco chi è il cantante in gara a Sanremo 2020 che indossa una maschera

Tra i cantanti in gara a Sanremo 2020, ci sarà anche Junior Cally, come annunciato da Amadeus durante lo speciale de I soliti ignoti. Il cantante, come potete vedere, si è presentato con una maschera sul viso. Perché? Ecco spiegato.

Il cantante ha raccontato qualcosa di sé nel libro "Il principe. È meglio essere temuto che amato". Ecco la trama:

Antonio è tormentato, teme la cattiva sorte, per quattro anni ha condotto una vita da malato con l'incubo di morire da un momento all'altro. È cresciuto insicuro, con dentro una rabbia da sollevarci il mondo. Junior Cally non dubita, sa che ce la farà. Antonio soffre il giudizio della gente del suo piccolo paese, Focene, che lo emargina, lo disprezza, lo considera un fallito. Junior Cally, pur essendo ingabbiato dietro la maschera, è libero. Antonio ha paura dei mostri che ha dentro di sé. Junior Cally è lucido. Ha superpoteri naturali. Non beve e non fuma. Non ha sentimenti, né emozioni, non ama. È un cyborg punk, perfetto e quindi spaventoso. Antonio è il creatore, Junior Cally un'opera che prende vita, un demone che diventa forte e spezza le catene di entrambi. Fino al ricongiungimento finale, da due uno, la maschera che cade. Il principe è un viaggio onirico, dolce e agghiacciante, nel quale ogni cosa conosce il suo contrario, nel quale due voci si alternano, si combattono, si fondono. Un viaggio per parole, illustrazioni e musica, nell'immaginario umano e artistico di un ragazzo che aveva solo la polvere ed è andato a prendersi il cielo.

Ha iniziato partecipando a un concorso per la Honiro Label con il nome Socio. Dopo questo iniziale insuccesso, ecco la decisione di tornare con il nome di Junior Cally ed è diventata celebre anche per la scelta di indossare sul viso una maschera antigas.

Nel 2017 esce il primo singolo, Alcatraz, poi Magicabula. Dopo la pubblicazione del suo primo disco, Ci entro dentro. arriva il contratto con la Sony Music Italia.

Ricercato, il suo secondo lavoro in studio, conquista il primo posto nella classifica Fimi dei dischi più venduti in Italia.

Poco tempo fa, decise di togliersi la maschera (letteralmente) dichiarando però, in un'intervista a La Stampa che "Junior Cally è la maschera e la maschera è Junior Cally". E rivelò anche la scelta di volersi mostrare, finalmente, a volto scoperto:

Calibro bene ogni scelta, ma quella di mostrare il mio viso è stata davvero una liberazione, un’esigenza di vita che mi è venuta naturale. Non ho pensato a quello che sarebbe successo poi, alle conseguenze. Mi pesava non potermi vivere serenamente una cena fuori con gli amici, una serata in discoteca. Avevo paura di essere un peso per gli altri, perché magari dovevo controllare tutte le loro storie su Instagram. Mi sono privato di tanto, sono stato praticamente chiuso in casa. Paradossalmente portare la maschera era ancora più difficile che essere famoso e basta. Anche andare a prendere un caffè poteva essere un rischio

Eppure, stasera, a I soliti ignoti -e quindi probabilmente anche sul palco del Teatro Ariston- aveva la maschera. Il motivo, forse, è proprio nella sua stessa dichiarazione per il quotidiano:

La maschera è Junior Cally e Junior Cally è la maschera. Quindi, non è che l’ho buttata. Sicuramente, ci sarà nel tour che farò, ma non sempre

  • shares
  • Mail