Fabri Fibra feat Mahmood, Luna: brano inedito per festeggiare il successo di Pamplona

Luna, Fabri Fibra feat Mahmood: ascolta la canzone e leggi il testo su Blogo.it

fabri-fibra-luna-mahmood.jpg

E' stato pubblicato oggi, su tutte le piattaforme digitali, il brano inedito di Fabri Fibra, “Luna” feat. Mahmood, outtake del suo ultimo disco “Fenomeno”.

Durante le sessioni di scrittura di “FENOMENO”, Fibra ha scritto e prodotto oltre 40 brani. Fin dal momento in cui la tracklist definitiva del disco prendeva forma alcuni brani, esclusi dall’album, sono rimasti lì in evidenza, con un ruolo ben definito. Avrebbero visto luce prima o poi, questa l’intenzione e la promessa.

Tra questi “Tony Hawk”, dedicato al celebre skater, regalato in aprile nella settimana che precedeva l’uscita dell’album. Oggi tocca a Luna e alla sua storia.

Fibra, da sempre attento alle nuove generazioni, invita in studio Mahmood, incrociato solo in un passaggio tv a Sanremo l’anno precedente, per provare, senza pressione di classifica alcuna, un pezzo scritto a 4 mani.

Nasce Luna, prodotto da Marz, dalla struttura non convenzionale, non è una canzone normale, non è un singolo, è una perla, la fotografia dell’incontro spontaneo tra 2 artisti.

Qui sotto audio e testo del brano.

Fabri Fibra feat Mahmood, Luna, Testo

Sento che ci sono ricascato
Dopo tutto quello che ho passato
Resto qui affacciato sul terrazzo
Tu nemmeno sai cosa mi hai fatto

M’hai fatto perdere la sete
Cuore consumato e sul marciapiede
A parlare ma da mesi mi sveglio senza niente da dire
M’hai fatto perdere la sete
Credevo di avere il futuro tra le mani
L’ho perso di vista
Più lo seguo più
Mi trovo fuori pista

Non mi sentiranno mai
Non mi capiranno mai
Come un pazzo che guarda la Luna

Non mi sentiranno mai
Non mi capiranno mai
Come urla da dietro le mura

A passi lenti verso la sconfitta
Con la schiena dritta
Non mi prenderai
Non mi prenderai
Corro corro tra la nebbia fitta
A testa alta ma
Non mi prenderai
Non mi prenderai

Ci vediamo e mi chiedi “Come ti va?”
Quando in fondo sai bene come mi va
Sono anni che vado in giro
A fare sempre la solita commedia
A fare sempre la solita scena
Di quello a cui non gli va bene niente
Vedi che tutto diventa un problema
Tipo camminare in mezzo alla gente
Volevo dire ciò che avevo in mente
Vedi alla fine si capisce uguale
Non è possibile vincere sempre
Quando si perde però fa male
E non importa quanta gente in giro ho conosciuto
Se parli un’altra lingua è inutile gridare aiuto

Non mi sentiranno mai
Non mi capiranno mai
Come un pazzo che guarda la Luna
Non mi sentiranno mai
Non mi capiranno mai
Come urla da dietro le mura

A passi lenti verso la sconfitta
Con la schiena dritta
Non mi prenderai
Non mi prenderai
Corro corro tra la nebbia fitta
A testa alta ma
Non mi prenderai
Non mi prenderai

  • shares
  • Mail