Salmo a Trezzo: foto, video e commenti dal concerto al Live Club, 7 Maggio 2016

Salmo ha dominato il palco del Live Club, senza bisogno di nessun guest: ecco com'è andato lo show finale dell'Hellvisback Tour

Hellvisback non è solo un disco di enorme successo, con il suo debutto al primo posto nella settimana post-Sanremo ed il platino raggiunto a tempi di record: l'ultimo disco di Salmo è anche un tour di enorme successo, con una fila di date da tutto esaurito. La tappa "milanese", al Live Club di Trezzo, presenta un ennessimo soldout clamoroso, così com'era stato tre anni fa, quando Salmo passò per presentare Midnite. Stesso club, ma sensazioni diverse: innanzi tutto accanto al palco svetta il mega-braccio meccanico per le riprese di un possibile dvd. Poi sul palco c'è un mega-schermo su cui saranno proiettate immagini suggestive che immergono ancora di più lo spettatore all'interno dello show. E inoltre, sul palco per tutta la durata del concerto ci saranno solo Salmo e Dj Slait: niente ospiti speciali (niente Gemitaiz, MadMan, King's Supreme come l'altra volta, nemmeno il resto del Machete Crew), solo un inaspettato Victor Kwality per Il Messia. Il resto sono ottanta minuti di Salmo che si mangia il palco, con una sorpresa aggiuntiva per il pubblico di Milano, ovvero la sua maschera, tanto amata dai fan, indossata per tutto lo show. L'impatto visivo fra maschera, megaschermo, luci è impressionante, così come è impressionante la potenza dei bassi sparati da Slait, che fa vibrare le ossa e sostiene il flow di Salmo. Uno show perfettamente equilibrato, uno show da campioni, chiuso con la consegna sul palco delle targhe per il disco di platino a Hellvisback e d'oro al singolo 1984. Ancora una volta, quest'anno appartiene a Salmo, di cui tutti ormai conoscono il no-me.

Ad aprire le danze, si sono esibiti Kill Mauri, estremamente in forma nello sputare le sue barre di veleno, e Jack the Smoker, che ha presentato Jack Uccide dimostrando gran doti non solo come rapper, ma anche come cantante intonato (parole sue!).
Eroe della serata, Dj Slait, che è stato sul palco per quasi tre ore: ha scaldato tutti all'inizio con scratch e mix dei Machete Mixtape, poi ha fatto da dj a tutti e tre gli artisti che si sono alternati, senza mai mancare un beat.

Questa la scaletta suonata da Salmo a Trezzo:

Mic taser
Giuda
Io sono qui
Daytona
7 am
L’alba
Russel Crowe
Old boy
Venice Beach
Falsità e Cortesia
k-Hole rex bv2
Killer game
Il soffitto viene giù
Street drive in
Death usb
S.a.l.m.o
-----
Hellvisback
Bentley vs cadillac
Il messia
1984
La festa è finita
Black Window

salmo_trezzo_concerto_2016_hellvisback_tour_maschera.jpg

Per i nostalgici, le foto del concerto al Live Club di Trezzo nel 2013:

  • shares
  • Mail