Jack The Smoker, 666: testo e video ufficiale

Anticipazione da Jack Uccide, secondo disco solista del membro del Machete Crew

– Official Video” content=”” provider=”youtube” image_url=”https://media.soundsblog.it/9/91a/maxresdefault-jpg.png” thumb_maxres=”1″ url=”https://www.youtube.com/watch?v=t8pmOgla9bE” embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNDMxOTAyJyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNTAwIiBoZWlnaHQ9IjI4MSIgc3JjPSJodHRwczovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC90OHBtT2dsYTliRT9mZWF0dXJlPW9lbWJlZCIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj48L2lmcmFtZT48c3R5bGU+I21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzQzMTkwMntwb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNDMxOTAyIC5icmlkLCAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNDMxOTAyIGlmcmFtZSB7cG9zaXRpb246IGFic29sdXRlICFpbXBvcnRhbnQ7dG9wOiAwICFpbXBvcnRhbnQ7IGxlZnQ6IDAgIWltcG9ydGFudDt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O2hlaWdodDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O308L3N0eWxlPjwvZGl2Pg==”]

666 è il brano che anticipa l’uscita di Jack Uccide, il secondo album solista di Jack The Smoker, il primo per Machete Empire Records dopo il suo ingresso nella crew a fine 2012. Il disco, in uscita venerdì 18 marzo con distribuzione Sony, arriva dopo più di quindici anni di rime e palchi suggellati anche dalla recente avventura da protagonista nel Machete Mixtape Vol III – certificato disco d’oro nel 2014 – e nel seguente tour con i compagni di crew che ha fatto registrare il sold out ovunque.

In 666, su una strumentale di Low Kidd, il rapper milanese si confida come se vivesse in una dimensione sospesa tra sogno e realtà.

Potete vedere il videoclip di 666, diretto da Corrado Perria e Andrea Folino, in apertura di questo articolo, mentre di seguito trovate il testo.

Jack The Smoker, 666 – testo

Nella tasca io c’ho una cosa
l’appizzo giusto per scordare ogni cosa
per affogare nel vizio
Cresciuto da solo gridavo nel vuoto “Ci sei?”
a scuola ero un demonio con la media del 666

Sogno un’auto presidenziale tutta di smizzle
io sposato alle strade buttami il riso
sti palazzi del cazz0 con la parete grigia
esco solo da fatto – tipo valigia
giorni uguali che senso c’è
l’odio cresceva dentro me
sognavo una pila di cash
alta come la torre Eiffel

Oggi precario pendolari
Senti il piano che ho per domani
per mia madre una casa nuova grossa 200 metri quadri

Quanto ci vuole per cambiare sta vita, sta vita, sta vita
quanto sudore per cambiare sta vita

Chiuso in studio fino alle 6
chiudo e fumo fino alle 6
non scordo i guai prima delle 6
ancora non ho in mente chi cazz0 sei, chi cazz0 sei

Io animale nel freddo un husky,
odio il cash e temo non basti
ma qua senza soldi è come senza caschi quando in moto caschi

Nati casti in un mondo sporco
mascherarsi e coprirsi il volto
sognerei un giorno un colpo al Monte dei Paschi
questi qua hanno perso già i sogni
chiusi al bar e senza un progetto

Ora i tecnofolli son rimasti sotto e vedono i folletti quando vanno a letto
io fumo e volo qua è Nasa
chi mi dice stai a casa
dimmi su che cosa si basa
anzi cosa si “basa”
tu dov’eri, qua non c’eri no
tra i dolori della gente mia
torni soltanto quando vedi i colori dell’argenteria

Resto con la gente mia fino alle 6
tu alle 11 vai via ora dove sei

Quanto ci vuole per cambiare sta vita, sta vita, sta vita
quanto sudore per cambiare sta vita

Chiuso in studio fino alle 6
chiudo e fumo fino alle 6
non scordo i guai prima delle 6
ancora non ho in mente chi cazz0 sei, chi cazz0 sei

srapi.setPkey(‘252b199f1f3067f890b493eb52294b48’); srapi.setSongId(751869); srapi.run();