007, Craig David l’alternativa ad Amy Winehouse?

La colonna sonora dell’episodio numero 22 della saga di James Bond non ha ancora una “voce ufficiale”, ma i pretendenti (com’è facile immaginare) di certo non mancano. Mentre la pellicola, intitolata “Quantum of Solace” e prodotta dalla Sony è già in avanzato stato di lavorazione, il toto-artista in Gran Bretagna impazza. Amy Winehouse, forte dell’enorme

di piero

La colonna sonora dell’episodio numero 22 della saga di James Bond non ha ancora una “voce ufficiale”, ma i pretendenti (com’è facile immaginare) di certo non mancano. Mentre la pellicola, intitolata “Quantum of Solace” e prodotta dalla Sony è già in avanzato stato di lavorazione, il toto-artista in Gran Bretagna impazza.

Amy Winehouse, forte dell’enorme successo riscosso con “Back to Black” e dell’apprezzamento pressoché unanime degli addetti ai lavori, sarebbe in cima alla lista dei papabili. Una voce come la sua pare perfetta a rievocare classe e sofisticatezza tipiche delle atmosfere di 007. Ma da oggi ad insidiarla c’è un pezzo da novanta che risponde al nome di Craig David. E’ una lotta tra titani, chi la spunterà?

A favore della giovane e tormentata soul-diva nei giorni scorsi si è espresso un “certo” Paul McCartney, dichiaratosi entusiasta dell’idea e certo della buona riuscita commerciale e artistica dell’accoppiata Bond-Winehouse. Ricordiamo che l’ex Beatles ha cantato nel lontano 1973 la colonna sonora di “Live and let Die”, altro capitolo della saga; da veterano e leggenda dell’ambiente benedice la candidatura di Amy.

Ma allora se tutti sono d’accordo sul nome della Winehouse perché la decisione non è stata ancora presa? La motivazione è sotto gli occhi di tutti: i tanti (troppi?) problemi extra-musicali della ragazza, che notoriamente adora mettersi nei guai un giorno si e l’altro pure e complicarsi l’esistenza.

I produttori sono frenati dalla scarsa affidabilità dell’artista e preoccupati delle ripercussioni in termini di immagine sul progetto; perciò prima di decidere vogliono valutare ogni singolo aspetto. Mentre la voce che indicava come candidato il frontman degli HIM Ville Valo pare essere nata e morta nel giro di pochi giorni, oggi giunge una auto-candidatura che per quanto insolita potrebbe stuzzicare la curiosità dei responsabili Sony: in un’intervista rilasciata alla tv inglese ITV, Craig David è uscito allo scoperto affermando di essere interessato al progetto.

“I film di Bond sono una istituzione, io li adoro da sempre. Come artista e come fan sarebbe grandioso farne parte, interpretare il tema portante della colonna sonora sarebbe un onore oltre che un piacere. So che Amy è la super-favorita per questo, ma ammetto di esserne un po’ geloso e mi piacerebbe sostituirla se le cose con lei non dovessero andare in porto”.

Vedremo come finirà l’assalto tutto britannico al cuore dell’agente segreto più famoso della storia del cinema. Voi chi preferite tra i due? Io voto Amy…mi pare adatta al progetto, più nelle sue corde di artista. Un interprete di Two-step e R’n’B che canta per James Bond non ce lo vedo troppo bene, ad esser sincero.