Fast And Furious 7, See You Again di Wiz Khalifa fa record di ascolti su Spotify

La canzone di Fast And Furious 7 dedicata a Paul Walker supera i 4 milioni di streaming nelle prime 24 ore di ascolti, battendo ogni precedente record.

See You Again è il brano inciso da Wiz Khalifa e Charlie Puth per la colonna sonora di Fast & Furious 7, l’ultimo capitolo della saga dedicata alle macchine superveloci; è una canzone molto intensa e toccante per la sua dedica commmossa a Paul Walker, l’attore morto due anni fa in un incidente stradale e simbolo della saga assieme a Vin Diesel.

La canzone ha iniziato a macinare streaming non appena pubblicata su Spotify nell’ultima settimana di Marzo, stando alla data di uscita in USA mentre in Europa è arrivata i primi di Aprile. Inedita quanto forte nell’interpretazione, con Charlie Puth pericolosamente vicino a Sam Smith nell’intensità e un Wiz Khalifa incisivo, See You Again ha sfasciato ogni record di ascolto precedente, piazzandosi in cima alla classifica dei brani più ascoltati negli Stati Uniti a 24 ore dalla pubblicazione con un numero impressionante di streaming che ha presto raggiunto i 4,2 milioni. Ma non solo: la canzone è riuscita a battere anche il record per il maggior numero di ascolti nella singola settimana in tutto il mondo, arrivando a 21,9 milioni di streaming tra il 6 e il 12 Aprile 2015.

Il commento a questo grande successo non poteva che arrivare da Craig Kallman, CEO e presidente della Atlantic Records che ha distribuito il brano e la colonna sonora di Fast & Furious 7:

Questo è uno di quei momenti speciali dove tutte le forze si sono allineate per creare una canzone in grado di far vibrare emotivamente milioni di persone intorno al mondo. La combinazione della potenza da star di Wiz e la presentazione affidata a Charlie, come cantante e autore brillante, è davvero magica e tocca i nervi della legione di fan di Paul Walker, oltre che dell’enorme audience del film.

Fast & Furious è uscito nelle sale in Italia il 2 Aprile scorso, battendo diversi record al box office. E ora, anche quello degli ascolti su Spotify.

Via | Guardian