Fabi Silvestri Gazzè, Come mi pare è il nuovo singolo (Audio e Testo)

Fabi Silvestri Gazzè ci regalano un nuovo singolo, Come mi pare, terzo estratto dal disco Il padrone della festa.

di grazias

Fabi Silvestri Gazzè, dopo il successo di pubblico e critica, è ormai il trio delle meraviglie della canzone italiana. Tre ottimi musicisti e soprattutto tre amici si sono riuniti in un’unica band per farci sognare sulle note di un disco, Il Padrone della Festa, già apprezzatissimo. Due i singoli estratti finora ovvero Life is Sweet e L’amore non esiste. Oggi sulla pagina Facebook ufficiale del terzetto di cantautori nostrani l’annuncio del terzo brano estratto dall’album, Come mi pare.

Come mi pare è un brano decisamente più ritmato dei due precedenti singoli e regala ai tanti fan del trio un testo motivazionale. Sono libero ed incosciente quindi posso serenamente fare come mi pare, recita il ritornello. Se avete bisogno di essere incoraggiati prima di un passo importante, ecco la canzone che fa per voi. Nella nostra intervista al trio avevamo chiesto, sulla base di questo brano, quanta libertà e quanta incoscienza ci fosse ne Il padrone della Festa. Ed era stato Max Gazzè a risponderci:

Ci sono entrambe le cose. Quel pezzo è un botta e risposta tra chi razionalizza il modo di affrontare la vita e chi invece ha un approccio molto più libertino. Fortunatamente sia la libertà che l’incoscienza sono ingredienti di questo disco. Alla fine per poter essere coscienti bisogna anche sapere come essere incoscienti.

Qui di seguito trovate il testo di Come mi pare, in attesa del videoclip ufficiale del brano.

Fabi Silvestri Gazzè – Come mi pare

Schermata 2014-11-12 alle 13.41.56

Chi vuole scrivere impari prima a leggere
chi vuole suonare prima deve imparare ad ascoltare
chi vuole ridere impari prima a piangere
chi vuol capire prima deve riuscire a domandare

Chi vuole vincere impari prima a perdere
chi vuol tenere prima deve sapere cosa lasciare
chi vuole insistere impari prima a cedere
chi vuole amare prima deve imparare a rinunciare
io so inventare so improvvisare
senza regole ne strutture
faccio come mi pare
come mi pare
so immaginare una storia intera senza solo una parola vera
faccio come mi pare
come mi pare
sono libero ed incosciente
quindi posso serenamente fare come mi pare

E’ come spingere una vela controvento
memorizzare le parole e non il senso
saltare subito alla fine del romanzo
non è talento anzi è un inganno anche lo spazio di un momento avrà

Ho perso tempo è lo perdo ancora
esco di casa soltanto all’ora in cui devo arrivare
quando mi pare
sono libero ed incosciente
quindi posso serenamente fare
proprio come mi pare

Chi vuole scrivere impari prima a leggere
chi vuol suonare prima deve imparare ad ascoltare
chi vuole ridere impari prima a piangere
chi vuole finire deve ricominciare

Chi vuole vincere impari prima a perdere
chi vuol tenere prima deve sapere cosa lasciare
chi vuole insistere impari prima a cedere
chi vuole amare prima deve imparare a rinunciare

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →