Registra la tua musica con la tua band on line: Musigy!

Tu sei un batterista italiano e credi che il miglior modo per avere un team di collaboratori di qualità sia cercarli in tutto il mondo. Chitarrista americano, bassista francese e voce coreana. Da oggi non sarà più un problema grazie a Musigy, come ci viene segnalato dal bravo collega di Downloadblog Antonio Parziale. Praticamente ti

di aleali


Tu sei un batterista italiano e credi che il miglior modo per avere un team di collaboratori di qualità sia cercarli in tutto il mondo. Chitarrista americano, bassista francese e voce coreana. Da oggi non sarà più un problema grazie a Musigy, come ci viene segnalato dal bravo collega di Downloadblog Antonio Parziale. Praticamente ti iscrivi, scarichi un programma, conosci altri musicisti in rete, crei una piccola (o grande) sessione di registrazione comune, tecnologicamente studiata per non avere ritardi che potrebbero ledere la qualità dei prodotti registrati nello studio virtuale, e realizzi un prodotto musicale senza uscire di casa con la tua piccola band nata sul web.

Sarà che da queste parti siamo attaccati alla buona vecchia musica e al buon vecchio modo di farla, ma non c’è nulla di meglio che respirare la stessa asfissiante aria dello studio per partorire i veri e propri capolavori. C’è da dire che, come tante altre proposte del web, questa rimane comunque fuor di dubbio una bella possibilità, gratuita, da sfruttare e conoscere meglio.

Indirettamente Parziale ci chiede se questo tipo di musica andrebbe prima in radio o prima in una web radio. Oggi esistono tantissimi podcast e radio web che trasmettono musica senza diritti d’autore, per il puro gusto di diffonderla, come alcuni pensano che debba essere tutta la musica prodotta. Il web rappresenterebbe certamente il canale più semplice per la trasmissione di brani amatoriali, anche se alcune radio di settore indipendente si stanno dimostrando molto sensibili al web, ma davvero troppo, troppo poco. A voi il sondaggio.

I Video di Soundsblog