X Factor 7, FreeBoys a SoundsBlog: “I fischi? Ci gasavano, Iuracà? E’ un infame perché…” (video)

X Factor 7: i FreeBoys si raccontano a SoundsBlog il giorno dopo la loro eliminazione al termine della seconda puntata dello show.

di grazias

” width=”620″ height=”350″ class=”alignnone size-thumb_620x350 wp-image-219493″ />

Oggi abbiamo incontrato Enrico Nadai, Simone Frulio e Kevan Gulia, ovvero i FreeBoys, il terzetto guidato da Simona Ventura e fresco fresco di eliminazione da X Factor nella notte di Halloween. A mandarli fuori dalla gara c’ha pensato proprio il pubblico da casa, grazi al TILT invocato da Morgan che non ha voluto “sporcarsi le mani” per la vicenda. I telespettatori hanno preferito alle loro voci quella di Fabio, cantante della scuderia di Elio. Anche settima scorso i tre ragazzi erano finiti in ballottaggio ma quella volta a farne le spese era stato Lorenzo Iuracà che, subito dopo l’eliminazione, andava dicendo che i FreeBoys fossero davvero insopportabili. Ecco cosa pensano loro di lui:

Kevan: E’ un infame! Ma ti pare che io esco e vado a parlare male di Fabio solo per il fatto che hanno scelto lui al posto nostro? Anzi, con Fabio ci siamo fatti delle grandissime risate, proprio.

Simone: Lorenzo dormiva sopra di me nel letto a castello, davvero non so perché ci abbia definiti così!

Enrico: Nemmeno io so il perché di questa sua uscita! Noi nel loft ci siamo sempre comportati bene. Poi è ovvio che ognuno ha le sue abitudini e convivere in diciotto non è certo facile. Forse lui non ci ha capiti, ecco.

E a non averli capiti, forse, c’è stato anche il pubblico e non solo quello da casa. Ieri sera, ad esempio, il loro ingresso sul palco di X Factor 7 è stato accolto da una serie di fischi da parte delle persone che si guardavano lo show dallo studio. E loro tre come avranno preso questa reazione? Ecco come risponde Kevan:

I fischi sono stati un figata perché noi sapevamo di avere una performance molto forte, non solo per merito nostro ma anche per la scenografia. Poi sapevamo di aver lavorato tanto, quindi era impossibile che facessimo proprio schifo, ecco. A quel punto, quando sono partiti i fischi ci siamo detti: “Bene, loro partono negativi quindi ci darà ancora più soddisfazione riuscire a stupirli!”.

Ma ora, se volete sapere tutto su ciò che i FreeBoys pensano dei One Direction e del pregiudizio che gli italiani sembrano avere verso le boyband nostrane, non perdetevi l’intervista video che trovate qui di seguito. E poi proviamo a rispondere insieme a questa domanda: se è vero, come ha detto SuperSimo ieri sera, che in Italia basta avere un bel visino per essere etichettati come bimbiminKia, questi tre saranno forse troppo carini per avere successo?
Staremo a vedere, per adesso non ci resta che dare un’occhiata a ciò che hanno da dire:

I Video di Soundsblog