The Voice UK 2014, il quarto giudice è Ricky Wilson dei Kaiser Chiefs

Il cantante dei Kaiser Chiefs affiancherà Kylie Minogue, Tom Jones e will.i.am nella giuria dell’edizione 2014 di The Voice UK.

Ondata di rock sulla giuria di The Voice UK, cui mancava il quarto giudice dopo le defezioni di Jessie J e Danny O’Donoghue dei The Script: a fianco a Sir Tom Jones e will.i.am, confemati anche in questa edizione, e alla new entry attesissima Kylie Minogue, sarà Ricky Wilson dei Kaiser Chiefs il quarto giudice della trasmissione della BBC.

Il cantante dei Kaiser Chiefs, con la band momentaneamente in pausa che ha dato il beneplacito alla sua partecipazione allo show, si è detto entusiasta della sua presenza a The Voice UK, e soprattutto della compartecipazione con la stella australiana del pop Kylie Minogue:

Chi non vorrebbe passare il sabato sera con Kylie Minogue? Ho passato l’inverno scorso a urlare a The Voice, e sia Tom Jones sia will.i.am erano delle vere superstar. Sono fortunato che i Kaiser Chiefs abbiano dato il timbro di approvazione al mio prestito temporario.
Mark Linsey, il responsabile della commissione BBC Entertainment Commissioning, ha rimarcato il benvenuto a Ricky Wilson dei Kaiser Chiefs sottolineandone la professionalità e la perfetta complementarità con gli altri giudici, specialmente per quanto riguarda l’attenzione alla presenza sul palco e all’interazione col pubblico, basilari per il leader di una band e per un solista in esibizione.
Ricky è uno dei più grandi frontman della scena inglese. Sa tutto sulla performance e l’esibizione e sarà il complemento perfetto per il resto della giuria.

La nuova serie di The Voice Uk comincerà a Gennaio 2014 e sarà presentata sulla BBC da Emma Willis e Marvin Humes, che sostituiranno i precedenti conduttori Reggie Yates e Holly Willoughby, in modo da evitare lo scontro diretto con Britain’s Got Talent e cercare di assicurarsi un pubblico più vasto di quello che ha visto la trasmissione nelle passate edizioni nonostante le polemiche sul format da parte di Elton John.

Via | Independent