I cinquanta migliori album del 2011: le classifiche di “Q”, “Uncut” e “Paste magazine”

I cinquanta migliori album del 2011: le classifiche di “Q”, “Uncut” e “Paste magazine”


Era questione di minuti: non siamo neanche entrati nel mese di dicembre e inizia il rituale delle classifiche di fine anno. Che ci facciano discutere ferocemente, ci trovino d’accordo o ci sembrino più spesso un esercizio di snobismo, è impossibile resistere alla voglia di sbirciare i risultati. Per ovvie ragioni di tempi editoriali, ‘aprono le danze’ le riviste. Guardiamo insieme le prime tre.

Uncut“, storico magazine made in uk piazza in vetta “Let England Shake” di PJ Harvey. Disco complesso e affascinante, poco da obiettare. In seconda posizione troviamo Gillian Welch con il suo ” The Harrow & The Harvest” e in terza l’electro pop dei Metronomy con il – consigliatissimo – “The English Riviera”.

Secondo magazine a lanciarsi nella mischia delle chart dei cinquanta migliori album del 2011 è “Paste Magazine“. Podio votato al folk, con Bon Iver in cima, i Fleet Foxes di “Helplessness Blues” subito dopo e al terzo posto gli ormai veterani My Morning Jacket con l’intenso “Circuital”. Primi appigli per discussioni feroci: gli album di Adele e dei Radiohead non entrano neanche tra i primi dieci.

Cosa hanno scelto i redattori della prestigiosa rivista “Q”? Primissima in classifica Florence Welch: “Cerimonials” dei Florence & The Machine surclassa infatti sia PJ Harvey (seconda) che “21” di Adele (al terzo posto). Seguono a ruota (rispettivamente quarta, quinta e sesta posizione) Bon Iver, i Coldplay con “Mylo Xyloto” e Jay-Z e Kanye West con il monumentale “Watch The Throne”. Voi cosa ne pensate? state già stilando la vostra classifica di fine anno?

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →