Gli Slayer rispondono a Dave Lombardo – tramite avvocati

Gli Slayer (o i loro avvocati) rispondono alle accuse di Dave Lombardo riguardo la causa dell’allontanamento della band.

La mossa di allontanare Dave Lombardo, sostituendolo nel giro di pochi minuti (almeno per il tour australiano) è stata veramente un passo falso da parte degli Slayer, che si sono attirati le ire di tantissimi fan, soprattutto visto che il motivo della lite sarebbe stato riguardo al vile denaro.
Ci sarebbero stati molti modi per cercare di sanare la frattura fra band e fan, ma gli Slayer hanno scelto la peggiore: far rispondere ad un avvocato. In un comunicato diramato a Blabbermouth.net, gli ‘Slayer’ (o, chiaramente, il loro avvocato) risponde il questo modo alle accuse mosse dal batterista.

“Gli Slayer confermano che Jon Dette sarà il batterista per il tour australiano che inizierà il 23 Febbraio a Brisbane.
Per quel che riguarda la lettera di Dave Lombardo, gli Slayer non sono d’accordo sulla linea temporale degli eventi descritta. L’unico punto d’accordo è il fatto che Mr. Lombardo è venuto dalla band a meno di una settimana dalla partenza per l’Australia, presentando una nuova serie di richieste per il suo contratto – contratto che in precedenza aveva accettato. La band non è stata in grado di raggiungere un accordo su queste richieste in così poco tempo. Ci sono molti altri dettagli che Mr. Lombardo ha tralasciato, ma per il rispetto che provano per lui gli Slayer non commenteranno ulteriormente. Gli Slayer sono grati ai fan australiani per la loro pazienza riguardo questo cambiamento dell’ultimo minuto, e non vedono l’ora di incontrarli ai concerti.”

Ci è concessa una critica agli Slayer? Quasi una bestemmia?
Questo è veramente poco metal.

Slayer con Jon Dette: già trovato il sostituto di Dave Lombardo

A tempo di record, mentre ancora i fan si chiedevano cosa fosse successo e se fosse tutto vero riguardo l’allontanamento di Dave Lombardo, gli Slayer hanno comunicato il nome del sostituto: si tratta di Jon Dette, già al lavoro come turnista con la band nel 1996 durante il tour di Undisputed Attitude (in quel periodo il batterista ufficiale era Paul Bostaph, impegnato però con il suo side-project).

Al momento Jon Dette sta anche suonando come turnista con gli Anthrax, sostituendo Charlie Benante per una serie di concerti fuori dall’America.

Sempre in ruolo di turnista, Dette è comparso anche su un live-album dei Testament: “Live At The Fillmore”, registrato nel 1995.

Foto | YouTube

Tempesta in casa Slayer: Dave Lombardo ‘licenziato’ per questioni di soldi

Colpo bassissimo in casa Slayer, e nuovo caso di ‘panni sporchi lavati in pubblico’ nella scena metal. Stando ad una lettera aperta scritta da Dave Lombardo e pubblicata sulla sua pagina Facebook, il batterista sarebbe stato temporaneamente allontanato in seguito alla richiesta di rivedere la sua posizione economica nella band.

Vorrei scusarmi con tutti i nostri fan in Australia che hanno comprato i biglietti per vedermi suonare al mio solito posto dietro la batteria.
Il 14 Febbraio mi è stata mandata una notifica per la quale io non sarò il batterista degli Slayer durante il tour australiano. Personalmente sono rattristato, e onestamente anche shockato, da questa situazione.

L’anno scorso ho scoperto che il 90% degli incassi dei tour degli Slayer vengono dedotti come spese ‘vive’, compreso al esempio lo stipendio pagato al management. E’ una perdita di soldi quantificabile in milioni di dollari, e lascia solo il 10% dei ricavati da dividere fra noi quattro della band. Secondo me, questo non è il modo in cui si dovrebbero trattare gli affari. Ho provato a indagare su come ciò sia stato possibile, avvisando i miei compagni di cosa stava succedendo, e Tom e io abbiamo assunto dei revisori di conti – ma alla fine ci è stato impedito l’accesso ai documenti e alle informazioni dettagliate.

Ho trascorso le vacanze di Natale e Capodanno scoprendo che avevo girato il mondo nel 2012, ma che non ero ancora stato pagato, a parte un piccolo anticipo.
Inoltre, mi è stato detto che non sarei stato pagato finchè non avessi firmato un lungo contratto secondo il quale non era specificato quanto mi sarebbe stato dovuto in termini monetari. Mi era inoltre proibito rilasciare interviste di qualsiasi tipo legate alla band.

Lo scorso Lunedì mi sono incontrato con Kerry e Tom per provare i pezzi da suonare in Australia, e ho proposto un nuovo modello di business che pensavo fosse la mossa giusta per il compenso di tutti. Kerry ha detto subito che non era intenzionato ad apportare modifiche, e mi ha detto che se volevo discutere la sua decisione, si sarebbe trovato un nuovo batterista. Giovedì 14 Febbraio sono arrivato alle prove all’una del pomeriggio, come previsto, ma Kerry non s’è fatto vivo. Alle 18:24 ho ricevuto una email dagli avvocati che mi comunicavano la mia sostituzione per il tour in Australia.

Rimango fiducioso che la questione possa essere risolta. E voglio scusarmi ancora con i fan australiani, che si aspettavano di vedermi alla batteria. Voglio vedervi tutti in futuro.

Con affetto,
Dave Lombardo.

Al momento non ci sono risposte da parte degli Slayer, ma già si fa il nome del batterista sostitutivo: Jon Dette, già con la band in passato come sostituto di Paul Bostaph. Non è nemmeno certa la data di rientro di Jeff Hannemann alla chitarra, e per il tour australiano sarà ancora una volta Gary Holt a ricoprire il ruolo.
Tempesta all’inferno!

Foto| | © Paolo Bianco (Dave Lombardo @ Big 4, Milano – Luglio 2011)

I Video di Soundsblog