Sanremo 2010: sul podio Valerio Scanu, Pupo-Emanuele Filiberto-Luca Canonici e Marco Mengoni


Avrei voglia di non commentare i risultati di Sanremo 2010 e far finta che nulla sia successo: questo giusto perchè su Soundsblog si parla di musica e non di di cronaca "nera" (scusate l'ironia).
Si ragazzi: quest'ultima edizione della famosa kermesse canora ha commesso il suo delitto uccidendo la dignità sonora della melodia del bel paese...altro che "Festival della Canzone Italiana"! Veniamo al dunque.

Primo posto. Il popolo italiano televotante...ops, volevo dire le ragazzine e le nonnine italiane televotanti hanno permesso al nostro caro "Amico" Valerio Scanu e alla sua "Per Tutte Le Volte Che" di avere la meglio su tutti gli altri concorrenti della gara, proprio lui che un paio di sere prima era stato eliminato dalla "sacrosanta" giuria demoscopica. Vi risparmio i discorsi ormai retorici sui talent show, "Marie" e compagnia bella. Dico solo complimenti all'orchestra che ha gettato gli spartiti per aria in segno di protesta.
Secondo posto. "Italia Amore Mio" del trio Pupo-Emanuele Filiberto-Luca Canonici. Complimenti all'orchestra che ha gettato gli spartiti per aria in segno di protesta (devo ripetermi perchè non trovo altre parole da aggiungere).
Terzo posto. "Credimi Ancora" di Marco Mengoni. Complimenti all'unico artista del podio che è stato in grado di mantenere alto il nome della musica tricolore.

La colpa di tutto questo? Sempre lui: il popolo italiano. "Io non mi stancherò di dire al mondo e Dio...Italia rovina mia (nostra)".

E menomale che c'è il "Premio della Critica Mia Martini" assegnato quest'anno a Malika Ayane che ha cantato "Ricomincio Da Qui". A seguire le reazioni a caldo dei tre finalisti.

Valerio Scanu:

“Dedico la mia vittoria alla mia famiglia, ai miei fan e a tutti quelli che mi hanno sostenuto. Maria De Filippi mi ha detto le stesse cose che mi direbbe mia mamma adesso se la chiamassi”.

Pupo:

“Chiedete alle persone che ascolteranno la nostra canzone il motivo per cui siamo arrivati fin qui”.

Marco Mengoni:

“Stimavo alcuni artisti del Festival e credevo che arrivassero in finalissima. Malika Ayane se lo sarebbe meritato e forse anche più di me [...] Non era giusto che io vincessi Sanremo. Sono da poco in questo mondo e non conosco i meccanismi. Sono molto felice così. Stanco ma felice”.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 36 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail