Costantino della Gherardesca: "Sanremo fa disinformazione musicale, i talent propongono me*da"

A Costantino della Gherardesca non piace il Festival di Sanremo. Per non parlare dei talent...

E' un Costantino della Gherardesca a ruota libera quello intervistato da Il Fatto Quotidiano. Il conduttore di Pechino Express 2 (di cui stasera andrà in onda la settima puntata) non regala parole d'ammirazione per la musica nostrana in generale e per i talent made in Italy in particolare. Basta seguirlo sui social per sapere che il nostro non ami particolarmente il Festival di Sanremo. Ma oggi ha voluto spiegare in modo ancora più dettagliato il perché di questa sua avversione:

Io detesto Sanremo. Fa disinformazione musicale continua ed è irrilevante per le vendite di dischi dal 1973. Anche grazie a Sanremo e ai giornalisti musicali mainstream c’è una situazione pessima per la nostra musica. Non è una questione di snobismo culturale. Se vai al bar o al supermercato, ovunque c’è della musica di merda. Quest’estate ero in Scozia, nel pub di un autogrill orrendo, e c’era della musica che qui da noi si ascolterebbe solo nei salotti più radical chic.

A questo punto verrebbe spontaneo chiedere a Costantino se parte di questa deriva culturale italiana in campo musicale non sia dovuta anche al proliferare di talent show sul mondo delle sette note. Ovviamente per il conduttore la risposta è sì:

Ovviamente. E poi gli autori televisivi hanno paura di osare. Le prime edizioni di X Factor erano più coraggiose, con pezzi dei Fleetwood Mac o dei Blondie, ora hanno tutti paura: credono che il pubblico voglia sentire sempre la solita merda

Insomma il nobile della Gherardesca oggi si sentiva di difendere solo Barbara d'Urso. Ma il dubbio che, quantomeno sulla musica italiana, abbia ragione purtroppo non me lo toglie nessuno. Cosa ne pensate?

[Foto: Facebook]

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 114 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO